La rivelazione di Bendtner, pazzo per il poker: “Ho perso oltre 6 milioni di sterline. Una notte a Londra le cose stavano per finire molto male…”

La rivelazione di Bendtner, pazzo per il poker: “Ho perso oltre 6 milioni di sterline. Una notte a Londra le cose stavano per finire molto male…”

Nicklas Bendtner, per gli amici Lord Nick, nel corso della sua carriera si è fatto una reputazione di combinaguai. tra donne, bravate e problemi con la giustizia. E poteva farsi mancare qualche altro vizio? Ovviamente no. Alla lista delle tante strane esperienze di vita, il danese aggiunge anche il gioco d’azzardo…

di Redazione Il Posticipo

Nicklas Bendtner, per gli amici Lord Nick, nel corso della sua carriera si è fatto una reputazione di combinaguai. Un’etichetta assolutamente meritata, considerando che il suo grandissimo talento (sviluppato in giovane età all’Arsenal) è andato disperso tra donne, bravate e problemi con la giustizia. E poteva farsi mancare qualche altro vizio? Ovviamente no. Alla lista delle tante strane esperienze di vita, il danese aggiunge anche il gioco d’azzardo. Nel corso del programma TV Bendtner and Philine, che conduce con la sua fidanzata Philine Roepstorff, l’ex juventino ha raccontato di avere una certa passione per il poker.

PERDITE – Ma questo non significa che il centravanti si sia arricchito giocando. Anzi, è esattamente il contrario. “Ho perso molti soldi, una quantità assolutamente incredibile. Ho giocato molto a poker nella mia vita, ho sfidato un giocatore professionista sin da quando avevo 19 anni. È difficile quantificare quanti soldi ho perso, ma dovrebbero essere attorno ai cinquanta milioni di corone danesi, oltre 6 milioni di sterline. Per me era questo, giocare d’azzardo, divertirmi e finire nei casini. Non posso dire di avere avuto una dipendenza dal gioco, sono sempre stato in grado di controllarmi”. Chissà se non si fosse controllato quanto avrebbe perso il danese…

SPAVENTO – Per farlo smettere di scommettere cifre incredibili, c’è voluto uno spavento. Una partita in cui Bendtner non spiega cosa aveva messo in palio, ma che di certo l’ha segnato. “In passato, però, ho giocato partite davvero rischiose. Una notte a Londra le cose mi sono sfuggite di mano e per poco non sono finite molto male. Alla fine ho contenuto le perdite, era qualcosa che potevo permettermi. Ma da quella notte in poi, ho deciso che non avrei più scommesso cifre simili. E ora gioco per divertirmi, con puntate molto basse. Organizzerò una partita con un nuovo gruppo di amici. E scommettiamo massimo 100 corone ciascuno. Cioè 12 sterline”. Sempre meglio di qualche milione…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy