La ricetta di Ballardini: “Amore e senso di responsabilità per il Genoa. Destro è un calciatore ritrovato”

Impatto straordinario del tecnico ravennate. Undici punti in sei partite.

di Redazione Il Posticipo

Undici punti in sei partite e terzo clean sheet consecutivo. Il Genoa è decisamente un’altra squadra da quando è stato affidato alla cura Ballardini. Un impatto straordinario che conferma l’organizzazione e le idee di gioco di una squadra che appare destinata a tirarsi molto presto fuori dalla lotta salvezza. Il tecnico ha analizzato la sfida ai microfoni di Sky Sport.

SVOLTA – L’effetto Ballardini è evidente. Nessun segreto particolare. La ricetta è semplice. “Niente di speciale. Ho portato le mie competenze al servizio della squadra lavorando sul quotidiano e mettendoci la sensibilità necessaria per andare incontro ai giocatori. Serve amore, senso di responsabilità per il Genoa. In questa città, in particolare, si sente ancora di più. Il Cagliari non c’entra nulla con la posizione che ha in classifica. Noi siamo partiti molto bene nel primo tempo, faticando un po’ nella ripresa, sbagliando per tre volte il gol del raddoppio. Abbiamo concesso due occasioni, rischiando un po’, però contro una squadra come i sardi ci sta”.

FUTURO – Parlare di zona salvezza, con questo passo, appare riduttivo. Il Genoa può puntare a un campionato sereno. “Oggi i tifosi del Genoa ci hanno spinto e ci hanno incoraggiato ma credo che inneggiassero a me solo per accelerare il nostro cammino verso lo stadio visto che dicevo che dovevamo arrivare a Marassi. Credo che l’esempio del cambiamento sia Destro. Adesso fa sempre la partita, è presente a sé stesso per tutti i 90′ di gioco sia per attaccare la profondità che per aiutare i compagni. Qualche mese fa sembrava estraniato dal gioco. Oggi è un giocatore pronto. E con questo atteggiamento non resta altro che raccogliere il premio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy