“La rapina del secolo”: dirigenza del Real furiosa con Zidane

James Rodriguez all’Everton incanta la Premier. E a Madrid non ne sono affatto felici…

di Redazione Il Posticipo

James Rodriguez, un impatto straordinario in Premier. Con Ancelotti, tre gol e tre assist. Quanto basta per far scatenare i media inglesi che parlano di “rapina del secolo” e irritare non poco la dirigenza del Real Madrid che, a quanto riporta AS, è inviperita con il tecnico per la gestione del colombiano.

GESTIONE – Nel mirino della critica, anche in considerazione della non straordinaria prolificità delle merengues in questo inizio di stagione, la scelta, alla luce dei fatti avventata, di lasciare andare il regista offensivo sudamericano senza avergli mai offerto la possibilità di giocare con continuità. La società, che ha sempre ritenuto James un ottimo calciatore, ritiene che il ragazzo sia esploso semplicemente perché trova spazio ed è collocato come deve. Libertà di muoversi lungo la trequarti, seguendo istinto e talento, senza troppi legami tattici.

PRESSIONE   – Al Real Madrid, a questo punto, temono che il caso possa deflagrare assumendo contorni anche più ampi. Oltre al danno, infatti, ci sarebbe la beffa legata al passaggio, praticamente a titolo gratuito, del colombiano alla corte di Ancelotti. E comunque i rimpianti potrebbero aumentare…. a macchia d’olio in tutta Europa. All’Everton c’è James, ma il  Real ha lasciato andare anche Bale, Reguilon, Ceballos e Hakimi. E se tutti proseguissero (e il buongiorno si vede dal mattino) sulle orme del colombiano, la gestione e le convinzioni tattiche di Zidane inizierebbero a vacillare. Il tecnico francese ha, sinora, dalla sua, i risultati. Le sue scelte hanno sempre pagato: il Real è tornato a vincere la Liga e ha sollevato la Supercoppa di Spagna. Di certo, però, ogni gol e prestazione di James rappresenteranno una pressione in più per il tecnico francese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy