La Premier League ammette un errore con la VAR: l’arbitro aveva ragione, assegnato contro l’Everton un rigore che non c’era

La Premier League ammette un errore con la VAR: l’arbitro aveva ragione, assegnato contro l’Everton un rigore che non c’era

Fa discutere il primo calcio di rigore assegnato via VAR nella storia della Premier, quello fischiato a favore del Brighton contro la squadra di Marco Silva. I funzionari della Premier League hanno stabilito che la decisione dell’arbitro davanti allo schermo è stata sbagliata: aveva ragione quello in campo!

di Redazione Il Posticipo

Continua lo strano rapporto tra la Premier League e la VAR. L’introduzione tecnologica, per nulla apprezzata da tifosi e addetti ai lavori, continua a far discutere. Figurarsi ora che persino ai più alti livelli si ammette che anche rivedendo in continuazione un replay si può sbagliare. In fondo, sono sempre arbitri a decidere e l’errore umano fa ancora parte del gioco, a differenza della goal line technology, che è totalmente automatizzata e quindi considerata più affidabile. E dunque la domanda può sorgere spontanea, almeno da parte dei tifosi dell’Everton: che si fa quando i grandi capi della Premier League ammettono che è stata presa una scelta sbagliata?

ERRORE – La notizia arriva dal Daily Mail, che parla di un’ulteriore analisi post-partita di un episodio che si è rivelato giudicato in maniera errata. Si tratta del primo calcio di rigore assegnato via VAR nella storia della Premier, quello fischiato a favore del Brighton contro la squadra di Marco Silva. L’Everton ha poi perso il match, creando anche una situazione complicata per il tecnico, che ora rischia addirittura l’esonero. Oltre il danno, la beffa, perchè il quotidiano britannico spiega che i funzionari della Premier League hanno stabilito che la decisione dell’arbitro davanti allo schermo è stata sbagliata e che aveva avuto ragione il fischietto in campo, Andy Madley.

SCUSE – Non è chiaro se Mike Riley, il presidente della PGMOL (l’associazione arbitrale della Premier) abbia chiesto scusa al club, che nel match contro l’Everton può recriminare di aver perso ben tre punti. A dieci minuti dalla fine, i Toffees erano avanti per 2-1. Dopo il rigore, il Brighton ha anche ribaltato la partita, facendo arrabbiare molto Marco Silva. Che in conferenza stampa, ben consapevole che la sua panchina non è esattamente solida, ci ha tenuto a ricordarlo: “Nelle ultime partite alcune decisioni ci sono costate cinque o sei punti. E con quei punti, le cose sarebbero molto diverse”. Insomma, i discorsi che si facevano quando non c’era la VAR. E che, evidentemente, si continuano a fare anche ora che c’è.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy