Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La piccola tifosa racconta l’incontro con CR7: “Mi hanno bloccata, gridavo il suo nome e lui mi ha detto…”

BUDAPEST, HUNGARY - JUNE 15: Cristiano Ronaldo of Portugal celebrates after victory in the UEFA Euro 2020 Championship Group F match between Hungary and Portugal at Puskas Arena on June 15, 2021 in Budapest, Hungary. (Photo by Alex Pantling/Getty Images)

Addison Whelan, una bambina irlandese, ha deciso...di fare invasione di campo pur di provare a chiedere la maglia al fenomeno portoghese. Le cose non stavano andando benissimo. Poi però è intervenuto proprio quel ragazzo con la numero 7 e...

Redazione Il Posticipo

Cosa non si farebbe pur di incontrare il proprio idolo? Quando c'è la possibilità di finire faccia a faccia con un mito, non sempre si rispettano le regole. Ma se per gli adulti non c'è scampo dalle punizioni, per i piccoli di tanto in tanto si fa qualche eccezione. Ed è il caso di Addison Whelan, la bambina irlandese che dopo il match tra i verdi e il Portogallo di Cristiano Ronaldo ha deciso...di fare invasione di campo pur di provare a chiedere la maglia al fenomeno portoghese. Come ha raccontato lei stessa alla trasmissione Morning Ireland della RTE, le cose non stavano andando benissimo. Poi però è intervenuto quel ragazzo con la numero 7 e la serata ha preso una piega molto particolare...

INVASIONE FALLITA - L'invasione non è infatti andata come previsto. Addison sarà anche una calciatrice (gioca con l'under-13 dello Shelbourne) che sa come muoversi in campo, ma non è riuscita a portare a termine il suo piano. I dispositivi contro l'ingresso in campo di persone non autorizzate hanno infatti funzionato alla perfezione e la giovane intrusa è stata catturata. "Prima di tutto ho scavalcato la barriera. Poi sono corsa in campo, ma c'erano delle guardie di sicurezza che mi correvano dietro e altre due che arrivavano di lato. Io ho corso, quando mi sono accorta delle altre due mi sono diretta verso la linea di metà campo, così da poterle evitare. Ma mi hanno presa e io gridavo il nome di Ronaldo".

SOTTO SHOCK - Sembra la fine di un sogno, ma l'intervento di CR7 cambia tutto. "Lui si è girato, mi ha visto e ha detto alle guardie di lasciarmi. Poi si è avvicinato, io ero sotto shock e stavo piangendo. Gli ho detto 'ti prego, sono una tua grandissima tifosa posso avere la tua maglia?'. E lui mi ha chiesto 'stai bene?'. Quando mio padre lo ha visto che si toglieva la maglia era sotto shock. E io invece pensavo 'oh mio Dio, il mio sogno sta finalmente diventando realtà'". Una scena che ha fatto il giro del mondo e che...ha reso orgogliosa la squadra di Addison. Lo Shelbourne ha infatti pubblicato la foto della piccola calciatrice con Cristiano in un tweet che ha avuto parecchi apprezzamenti. E che dimostra per l'ennesima volta la grande umanità del cinque volte Pallone d'Oro.