Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La pazza serata di Piquè: arriva allo stadio in bici senza casco e mascherina e poi rischia il rosso per aver applaudito l’arbitro

Una cosa riguardo Gerard Piquè è certa: il difensore del Barcellona non è un calciatore di quelli che lasciano il pubblico indifferente. Il derby contro l'Espanyol, che sancisce la retrocessione dei cugini dopo la rete di Luis Suarez, non fa...

Redazione Il Posticipo

Una cosa riguardo Gerard Piquè è certa: il difensore del Barcellona non è un calciatore di quelli che lasciano il pubblico indifferente. Un po' come il suo compagno di nazionale Sergio Ramos, il catalano o si ama o si odia. Sia in campo che fuori il centrale di Setien riesce sempre a essere protagonista, attirandosi in egual numero applausi e critiche. E in questo finale di stagione c'è un po' tutto il Piquè-pensiero: fare notizia in ogni caso, nel bene e nel male. Il derby contro l'Espanyol, che sancisce la retrocessione dei cugini dopo la rete di Luis Suarez, non fa certo eccezione.

BICICLETTA - Visto che la giornata è di quelle importanti, con la possibilità di avvicinarsi al Real e mettere un po' di pressione agli uomini di Zidane, tanto vale farsi notare subito. E quindi, come riporta AS, il difensore della nazionale spagnola pensa bene di...aggiungere un nuovo sport al suo portfolio. Dopo il calcio e il tennis, con l'acquisizione dei diritti per la gestione della nuova (e contestatissima) Coppa Davis, Piquè si dà al ciclismo, raggiungendo il Camp Nou a bordo di una bicicletta elettrica da 10mila euro. Peccato che lo abbia fatto senza indossare nè il casco nè la mascherina, causando ovviamente una scia di polemiche che si è trascinata anche durante il match.

ARBITRO - Già, perchè in questo periodo Piquè è abbastanza suscettibile in campo. Le direzioni arbitrali, a suo dire sempre favorevoli al Real Madrid, lo stanno facendo innervosire non poco. E anche nel derby catalano c'è stato qualcosa che non è andato bene al difensore. Il Barça se l'è vista brutta per parte della ripresa, quando l'arbitro Martínez Munuera ha espulso Ansu Fati (che era entrato da tre minuti) per un intervento scomposto. Come riporta Marca, il catalano ha rischiato grosso anche lui, perchè quando il fischietto ha estratto il rosso al suo compagno di squadra lo ha applaudito sarcasticamente, dicendogli "bravo, bravo, un altro". E per poco l'altro...non era lui!