La panchina di Sarri è nelle mani dei suoi calciatori: “Ci hanno chiesto più volte se non crediamo più in lui…”

La panchina di Sarri è nelle mani dei suoi calciatori: “Ci hanno chiesto più volte se non crediamo più in lui…”

Voto di fiducia. Un semplice sì o no che può decidere le sorti di una legge, di un governo…o di un allenatore. Sembra essere il caso di Sarri al Chelsea, almeno da quanto racconta uno dei suoi fedelissimi all’interno dello spogliatoio dei Blues, il brasiliano David Luiz .

di Redazione Il Posticipo

Voto di fiducia. Un semplice sì o no che può decidere le sorti di una legge, di un governo…o di un allenatore. Sembra essere il caso di Sarri al Chelsea, almeno da quanto racconta uno dei suoi fedelissimi all’interno dello spogliatoio dei Blues. David Luiz ha infatti spiegato che ci sono stati degli interventi da parte della società per capire se la squadra segua o no i dettami del tecnico e del suo Sarriball. E le sue parole, raccolte dall’Independent, lasciano capire che il rapporto tra l’ex allenatore del Napoli e il Chelsea è davvero a rischio. Anche perchè quando si arriva a chiedere il parere dei calciatori, non è mai un buon segno.

FIDUCIA – La squadra però segue ancora Sarri, questo David Luiz ci tiene a sottolinearlo. “Abbiamo già avuto parecchi incontri in cui ci hanno chiesto se qualcuno non crede più nel tecnico e nel progetto. Ve lo possono confermare E nessuno ha detto niente, perchè ci crediamo tutti quanti”. Anzi, il brasiliano punta addirittura più in alto. Per il Chelsea si prospetta un “futuro fantastico” con Sarri. L’importante è apprendere i dettami del Sarriball. “Una volta che avremo capito tutto, sarà tutto diverso e sarà più semplice giocare questo tipo di calcio. E credo che siamo nella giusta direzione per migliorare e diventare una squadra fantastica”.

TEMPO – Ma come hanno affrontato i calciatori del Chelsea il periodaccio che è costato tante critiche alla squadra e al tecnico? “Abbiamo perso contro il Manchester City, che forse al momento è la miglior squadra al mondo. Ci hanno surclassato dall’inizio alla fine. Abbiamo perso un po’ di partite, ma fa parte del processo. Le squadre che sono in vetta alla classifica sono quelle che hanno lo stesso allenatore da almeno tre anni…”. Quindi, David Luiz chiede del tempo per Sarri. Un qualcosa che però al Chelsea sono sempre abbastanza restii a concedere. E chissà, magari al prossimo voto di fiducia la maggioranza del tecnico sarà ancora più traballante…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy