La nuova impresa di Hiddink: a 74 anni il tecnico olandese riparte…da Curaçao!

La nuova impresa di Hiddink: a 74 anni il tecnico olandese riparte…da Curaçao!

A 74 anni l’olandese potrebbe anche godersi tranquillamente una meritatissima pensione dopo decenni al top, ma evidentemente allontanarsi dal campo da gioco, per lui come per molti altri colleghi, è impossibile. E ogni proposta è buona, persino quella che arriva da una nazionale che in fondo poi così importante non è.

di Redazione Il Posticipo

Sei campionati olandesi, quattro coppe nazionali, una Coppa dei Campioni con il PSV. E anche un’Intercontinentale con il Real Madrid e una FA Cup con il Chelsea. Un curriculum di tutto rispetto quello di Guus Hiddink, che non per niente è considerato uno dei grandi vecchi della panchina mondiale. A 74 anni l’olandese potrebbe anche godersi tranquillamente una meritatissima pensione dopo decenni al top, ma evidentemente allontanarsi dal campo da gioco, per lui come per molti altri colleghi, è impossibile. E ogni proposta è buona, persino quella che arriva da una nazionale che in fondo poi così importante non è.

CURACAO – E quindi Hiddink, come riporta il Sun, è diventato il commissario tecnico…di Curaçao. L’isola sudamericana è una parte costitutiva dei Paesi Bassi, ma come accade nel Regno Unito ha una propria nazionale, che al momento è all’ottantesimo posto del ranking FIFA. Una scelta che colpisce, considerando che solitamente i migliori calciatori locali, così come quelli del Suriname, preferiscono provare a scalare le giovanili della nazionale Oranje piuttosto che rappresentare l’isola, che partecipa alle competizioni CONCACAF ma non ha mai raggiunto la qualificazione ai mondiali e anche nella Gold Cup si è presentata al via solo nel 2017.

IRRINUNCIABILE – Ma Hiddink non si preoccupa, anzi, spiega che l’offerta che gli è stata fatta era di quelle irrinunciabili. “Potrebbe non essere ovvio, ma era complicato dire di no. Curaçao ha fatto molti passi avanti negli ultimi anni. Vorrei dare una mano ai calciatori e allo staff per arrivare sempre più in alto a livello internazionale”. Più facile a dirsi che a farsi, considerato anche che quando ci ha provato un altro Oranje, Patrick Kluivert, l’esperienza è durata appena un anno. Ma se c’è qualcuno che sa tirare fuori il 100% dalle sue squadre, quello è certamente l’ex tecnico del Chelsea e del PSV. E chissà che nel prossimo futuro non si assista a una specie di Islanda…in salsa caraibica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy