La nuova faraonica proposta del City a Messi: 430 milioni di sterline per quattro stagioni

Nonostante Mbappè e Haaland stiano facendo di tutto per prendersi la vetta del mondo del calcio, il sei volte Pallone d’Oro continua ad avere una marcia in più. E i suoi estimatori stanno facendo davvero carte false per ottenere una firma che…vale oro, in tutti i sensi

di Redazione Il Posticipo

Leo Messi è nella fase discendente della sua carriera? Una domanda che cominciano a porsi in molti. La carta di identità suggerisce che possa essere così, ma poi basta guardare a Zlatan Ibrahimovic per capire che in fondo gli anni contano poco quando si ha qualcosa di molto speciale. E quindi, nonostante Mbappè e Haaland stiano facendo di tutto per prendersi la vetta del mondo del calcio, il sei volte Pallone d’Oro continua ad avere una marcia in più. E i suoi estimatori stanno facendo davvero carte false per ottenere una firma che…vale oro, in tutti i sensi. Il rinnovo della Pulce con il Barça è sempre più una chimera e quindi Manchester City e Paris Saint-Germain si sfidano.

430 MILIONI – Certo, c’è anche da considerare che la crisi esiste per tutti, persino per le due squadre che hanno dietro fondi sovrani degli stati del Golfo Persico. E quindi, come spiega il Sun, il City di Pep Guardiola prepara un’offerta…al ribasso. Anche se ci vuole comunque davvero coraggio a ritenerla tale. Il tabloid inglese parla di una proposta a Messi di un contratto da 430 milioni di sterline spalmati in quattro anni. Cifre faraoniche, ma leggermente più basse di quelle proposte sei mesi fa, quando sembrava imminente l’addio dell’argentino al Barcellona. All’epoca gli inglesi avrebbero messo sul tavolo addirittura un quinquennale da 600 milioni di sterline complessivi. Ora però Messi ha…sei mesi in più e quindi l’offerta è stata rimodulata, anche se resta comunque altissima.

(Photo by David Ramos/Getty Images)

AMBASCIATORE – L’idea del City comunque è quella di proporre a Messi un piano pluriennale che lo possa trasformare in un vero e proprio ambasciatore del City Group, presente in giro per il mondo con dieci squadre. I primi anni, ovviamente, la Pulce giocherebbe con le due squadre di punta della holding: due stagioni al Manchester City, due ai New York City, venendo incontro alla volontà espressa da Messi di provare un giorno un’esperienza negli Stati Uniti. E poi, finito il contratto da 400 milioni, un nuovo accordo che possa vedere l’argentino cimentarsi con addosso la maglia degli altri club del gruppo, magari giocando qualche stagione in India o negli Emirati Arabi. Insomma, un progetto a lungo termine con cifre da top player assoluto. E se qualcuno pensa che Messi sia finito, non abita di certo a Manchester…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy