La notte da incubo di Griezmann: lite in mondovisione con Piquè e poi la fuga in Francia tra le polemiche

Dalla serataccia del Barcellona non si salva nessuno, ma il vero desaparecido è Antoine Griezmann. Il campione del mondo vede il suo compagno di nazionale Mbappè fare a pezzi i suoi e non sembra quasi essere in campo, tranne quando litiga in mondovisione con Piquè. E poi a fine partita decide di volare in patria…

di Redazione Il Posticipo
Griezmann

Dalla serataccia del Barcellona non si salva nessuno. Il Camp Nou è vuoto e per fortuna dei catalani, che altrimenti dopo l’1-4 casalingo subito dal Paris Saint-Germain sarebbero subissati di fischi. Messi si impegna, ma predica nel deserto. De Jong si procura il rigore, ma fa poco altro. Ter Stegen perlomeno evita che il passivo sia addirittura peggiore. La difesa è tutta da matita blu, ma il vero desaparecido è Antoine Griezmann. Il campione del mondo vede il suo compagno di nazionale Mbappè fare a pezzi i suoi e non sembra quasi essere in campo. Basterebbe pensare che l’occasione migliore gliela procura Keylor Navas rinviandogli addosso. E tra prestazione e post partita è di nuovo caos.

LITE – Durante il match, il transalpino è stato la vittima sacrificale della furia di Gerard Piquè. Il centrale non giocava da mesi e si è visto, con la scenetta tragicomica della trattenuta a Mbappè. Ma perlomeno ci mette la rabbia e tenta di scuotere i suoi compagni mentre il parziale è ancora sull’1-1. E a farne le spese, come spiega AS, è proprio Griezmann, che fa un errore: cerca di calmare lo spagnolo e quando non ci riesce lo insulta. Apriti cielo, Piquè risponde con il più classico dei “la concha de tu madre”, sottolineando quanto la squadra stia soffrendo quando il pallone ce l’hanno gli avversari. E infatti è profetico, perchè in capo a qualche minuto sul Barcellona si abbatte una vera e propria tempesta perfetta.

(Photo by Alex Caparros/Getty Images)

FUGA – A fine match, Griezmann non dice molto, se non che “è dura quando te ne fanno quattro in casa”. E poi…fugge in Francia. Come spiega AS, Koeman ha concesso due giorni di riposo ai suoi calciatori e il transalpino ha deciso di tornare in patria, scatenando la furia dei tifosi blaugrana. Che sui social prima gli hanno fatto notare il privilegio di potersi muovere liberamente nonostante il coprifuoco a Barcellona, poi hanno contestato la scelta dal punto di vista dell’attaccamento alla squadra. E nelle analisi televisive post match, molti si sono chiesti se questo viaggio fosse davvero necessario. Quel che è certo è che Griezmann era di pessimo umore e quando i giornalisti lo hanno intercettato chiedendogli dove andasse ha risposto gelido: “e a voi cosa importa?”. A loro forse nulla, al mondo Barça di certo parecchio…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy