La nottata in aeroporto costa cara al Gabon: “È finita, l’Arsenal non manderà più Aubameyang in nazionale. E anche gli altri club…”

La disavventura aeroportuale in Gambia rischia di costare molto cara alla nazionale del Gabon. Le immagini dei calciatori che cercavano di riposare sul pavimento dell’aeroporto hanno fatto il giro del mondo e il CT Neveu spiega che i club che detengono il loro cartellino non l’hanno presa per niente bene…

di Redazione Il Posticipo

La disavventura aeroportuale in Gambia rischia di costare molto cara alla nazionale del Gabon. La nazionale africana è arrivata all’aeroporto di Banjul per giocare la partita di qualificazione alla Coppa d’Africa contro i padroni di casa, ma una volta che sono stati ritirati i passaporti per i necessari controlli, acuiti dall’emergenza coronavirus, l’attesa si è fatta un po’ troppo lunga. Al punto che i profili social dell’attaccante dell’Arsenal e dei suoi compagni di nazionale si sono riempiti di immagini dei calciatori del Gabon che cercavano di riposare sul pavimento dell’aeroporto mentre attendevano il via libera per andare in albergo.

FINITA – Una scena che ha fatto infuriare il centravanti dell’Arsenal, che ha denunciato la cosa su Twitter, spiegando che questo tipo di intimidazioni alle nazionali che giocano in trasferta non fa certo bene alla crescita del calcio in Africa. Ma Auba non è l’unico a essersi arrabbiato. Come riporta AS, il CT Neveu ha spiegato alla stampa locale che il caos in aeroporto rischia di privare la nazionale gabonese del suo calciatore più rappresentativo. E non solo… “L’Arsenal ha chiamato Pierre-Emerick. Dopo averlo visto in quelle condizioni, è la fine. Non lo lasceranno più venire in nazionale. E non solo lui, ma succederà anche con altri club”.

COMPRENSIBILE – Il CT spiega che in fondo non è poi così strano che i club siano furiosi. Magari non ci si aspetta che i propri giocatori dormano sempre in un albergo a cinque stelle, ma di certo non è preventivabile che le stelle del pallone tentino di riposare su un pavimento, con i bagagli come cuscini. “È comprensibile, sono calciatori a livello altissimo e quando vanno in nazionale dovrebbero avere un minimo di confort. Tutti i calciatori hanno provato a dormire sul pavimento dell’aeroporto. E pensate se Aubameyang, uno che guadagna più di un milione di euro al mese, si fosse fatto male. L’Arsenal ha tutto il diritto di essere arrabbiato dopo quello che è successo, dopo aver visto uno dei suoi calciatori dormire sul pavimento”. E chissà che alla fine questo non costi davvero caro al Gabon…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy