La nazionale danese in sciopero, Eriksen e compagni non giocheranno la Nations League

La nazionale danese in sciopero, Eriksen e compagni non giocheranno la Nations League

La nuova Nations League parte decisamente con il piede sbagliato. La federazione danese ha annunciato che la nazionale di Eriksen e compagni non prenderà parte alle due partite previste contro Slovacchia e Galles. Il motivo? Uno scontro tra calciatori e federazione.

di Redazione Il Posticipo

Ancora deve cominciare la prima partita, che già la nuova Nations League parte decisamente con il piede sbagliato. La federazione danese, come riporta Mundo Deportivo, ha annunciato che la nazionale di Eriksen e compagni non prenderà parte alle due partite previste contro Slovacchia e Galles. Il motivo? Uno scontro tra calciatori e federazione, con la squadra di Hareide che non avrebbe trovato con la DBU riguardo i contratti di sponsorizzazione della squadra nazionale. Da qui la decisione da parte dei giocatori di abbandonare il ritiro e di tornare a casa senza disputare i due match. Sciopero in piena regola.

RISCHIO ESCLUSIONE – Gran bel problema per la federazione, che dovrebbe ritrovarsi anche senza allenatore. Da quel che riporta la BBC, infatti, nè Hareide nè il suo secondo, l’ex milanista Tomasson, saranno al loro posto. La Federazione avrebbe infatti impedito al CT di partecipare alle partite, ammesso che le partite si giochino, perché potrebbero scendere in campo calciatori non selezionati da lui.. La questione infatti è grave e una mancata partecipazione della Danimarca al neonato torneo potrebbe davvero costare cara sia alla Federazione che alla nazionale stessa, che rischia l’esclusione anche dalle altre manifestazioni organizzate dalla UEFA. Come l’Europeo 2020, o le qualificazioni mondiali. Per questa ragione è probabile che alla fine giochi…una Danimarca molto particolare contro Slovacchia e Galles.

DANIMARCA…B – Una formazione infarcita di calciatori dilettanti o che comunque non abbiano mai giocato in nazionale, in modo da non mancare all’appuntamento con la Nations League, ma tenendo comunque il punto nel contrasto con i calciatori professionisti. Una situazione che vede un muro contro muro tra il sindacato dei giocatori e la federazione, in un remake della problematica che ha portato la nazionale femminile danese a non partecipare a una partita di qualificazione ai mondiali nel 2017. In quel caso la UEFA ha escluso la Danimarca femminile dal torneo, ma ha anche fatto presente che alla prossima partita saltata, tutte le nazionali a ogni livello saranno escluse da tutti i tornei continentali. Ecco il perché della nazionale…dei non scioperanti. Per la gioia di Slovacchia e Galles, che a questo punto si giocheranno la promozione al gruppo successivo della Nations League tra loro…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy