Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La moglie di Gundogan e la…bufera alimentare: “Cibo congelato, non si trova un buon ristorante a Manchester”

La moglie di Gundogan e la…bufera alimentare: “Cibo congelato, non si trova un buon ristorante a Manchester” - immagine 1
Sara Arfaoui è un volto della TV italiana, ma anche moglie di Gundogan, centrocampista del Manchester City e della nazionale tedesca. Le sue dichiarazioni social sul livello della ristorazione cittadina hanno creato un vespaio di polemiche...

Redazione Il Posticipo

Uno dei problemi che i calciatori di una certa fama difficilmente devono porsi è cosa fare per cena. Con gli ingaggi che ricevono dai propri club, possono tranquillamente assumere qualcuno che cucini per loro o semplicemente scegliere tra qualsiasi ristorante ci sia nelle vicinanze della loro abitazione. Eppure una delle ultime polemiche che hanno colpito il calcio inglese riguarda proprio il cibo, per la precisione la ristorazione dalle parti di Manchester. Che, per usare un eufemismo, non piace molto a Sara Arfaoui, volto della TV italiana (era una delle Professoresse del programma L'Eredità), ma in questo caso soprattutto moglie di Ilkay Gundogan, centrocampista del Manchester City e della nazionale tedesca. Ma le sue dichiarazioni hanno creato un putiferio.

Il cibo a Manchester

Tutto nasce da una storia Instagram della modella e influencer ventisettenne, che a precisa domanda di un suo follower ha spiegato di non riuscire a trovare un posto di suo gradimento in città dove poter mangiare. "Mi dispiace, sarò onesta, ma non ho trovato nessun posto. Ho provato tantissimo a trovare un buon ristorante, ma il cibo è orribile dapertutto. Non si trova un vero ristorante italiano o un buon sushi, o semplicemente del cibo fresco...è tutto congelato. I ristoranti qui sono concentrati solo sul fare soldi con i drink e gli shots come fanno i night club, non sul cibo di qualità". E tanto per girare il coltello nella piaga, il paragone con la capitale. "A Londra qualcosa c'è, a Manchester no". Frasi che hanno scatenato un vespaio di polemiche, nonché una bufera mediatica che ha raggiunto i tall show televisivi di tutto il paese.

La polemica con i ristoratori

Qualcuno, come spiega il Sun, ha fatto notare che in periodo di crisi economica e di materie prime a livello internazionale magari non è semplicissimo reperire quello che serve. Per non parlare dei ristoratori locali. Uno di loro ha risposto alla modella chiedendo di informarsi meglio, ma la controrisposta è stata abbastanza piccata: "Quindi, visto che siamo persone di successo non possiamo dare la nostra sincera opinione? Ho provato tutti i migliori ristoranti qui, ma per me è un no, non posso dire bugie. Purtroppo sono abituata all'Italia quindi potete immaginare quanto sia difficile fare confronti". Il tabloid però fa notare che di ristoranti stellati a Manchester ce ne sono eccome. E anche che uno di quelli che ha investito con successo nella ristorazione in città...si chiama Pep Guardiola, ovvero l'allenatore di Gundogan. Insomma, una gaffe bella e buona...