Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La…maledizione di All Or Nothing colpisce ancora: anche l’Arsenal va verso una stagione quasi fallimentare

La…maledizione di All Or Nothing colpisce ancora: anche l’Arsenal va verso una stagione quasi fallimentare - immagine 1

Esclusa la stagione sul Manchester City di Guardiola, l'accordo con Amazon per un documentario non ha mai portato troppo bene ai club europei. E anche quella incentrata sull'Arsenal...promette scintille, visto il finale di stagione dei Gunners!

Redazione Il Posticipo

A una giornata dalla fine della Premier League, l'Arsenal ha praticamente buttato alle ortiche una qualificazione Champions che sembrava ormai cosa fatta. La squadra di Arteta una settimana fa aveva quattro punti di vantaggio sul Tottenham di Conte e ora, due partite dopo, è a meno due, complice la sconfitta nel derby e il crollo contro il Newcastle. Ora i Gunners devono solo vincere sperare che gli Spurs non facciano punti contro il Norwich ultimo e già retrocesso. Nel frattempo, Xhaka se la prende con i compagni nelle interviste post-partita, sottolineando che alla squadra sono mancati gli attributi nel momento più importante della stagione. Insomma, anche questa edizione di All Or Nothing sarà perlomeno interessante...

ALL OR NOTHING - Già, perchè il celebre documentario di Amazon Prime quest'anno ha seguito proprio i Gunners. E se l'azienda americana si aspettava una stagione piena di emozioni, è stata premiata perchè il finale di stagione rischia di trasformare l'Emirates in una polveriera. Il che, tra le altre cose, non farebbe altro che confermare quella che è ormai una vera e propria...maledizione. La stagione di All Or Nothing incentrata sull'Arsenal è infatti la quarta che copre l'annata di una squadra europea di club. Ed esclusa la prima, quella che ha seguito il Manchester City di Pep Guardiola alla conquista della Premier League 2017/18 a colpi di record, in tutti gli altri casi l'accordo con l'azienda statunitense ha portato ad annate perlomeno burrascose.

I PRECEDENTI - Basterebbe pensare che quando Amazon ha deciso di seguire il Tottenham, reduce dalla stagione della finale di Champions League, a White Hart Lane c'è stata la rivoluzione, con il clamoroso esonero di Mauricio Pochettino seguito dall'altrettanto clamoroso arrivo di Josè Mourinho. Come se poi non bastasse lo Special One, ci si è messa anche la pandemia a rendere il prodotto molto interessante per lo spettatore, ma la stagione degli Spurs è stata assolutamente altalenante, con il sesto posto in Premier e l'eliminazione agli ottavi di Champions per mano del Lipsia. Per non parlare di All or Nothing: Juventus, che ha raccontato la stagione 2020/21 dei bianconeri di Pirlo, la prima dopo nove anni in cui la Signora non è riuscita a portare a casa lo scudetto. Insomma, chi è sul divano può attendere con fiducia l'uscita della serie sull'Arsenal, certo che ci sarà qualcosa di interessante da vedere. Ma i Gunners, beh, loro si stanno divertendo ben poco...