Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La madre dell’ultimo figlio di Maradona attacca: “Come spiego a un ragazzino di otto anni che suo padre è stato ucciso?”

(Photo by Chris McGrath/Getty Images)

Sono passati più di tre mesi dalla morte di Diego Armando Maradona, ma ancora continuano le polemiche che riguardano le circostanze dell'addio a Diego. Ognuno racconta la sua versione della storia e adesso tocca a Veronica Ojeda, la madre di...

Redazione Il Posticipo

Sono passati più di tre mesi dalla morte di Diego Armando Maradona, ma ancora continuano le polemiche che riguardano le circostanze dell'addio a Diego. Ognuno racconta la sua versione della storia e adesso tocca a Veronica Ojeda, la madre di Dieguito, l'ultimo figlio del Diez. Che alla trasmissione SecretosVerdaderos spiega come lei e l'erede del Pibe de Oro hanno vissuto le ultime settimane, quelle in cui Maradona prima è stato operato alla testa e poi è tornato a casa, per andarsene il 25 novembre.

UCCISO - “Sto passando un momento difficile, come tutta la famiglia. Soprattutto per mio figlio. Non c'è un giorno che non mi dica 'voglio vedere papà, portami in cielo perchè voglio vedere papà'. Gli ho detto che se voleva poteva andare in cielo a trovare suo padre e i suoi nonni. Come posso dire a un ragazzino di otto anni che su padre è stato ucciso lentamente". Un rapporto, quello di Veronica con Diego, da sempre osteggiato. “Mi hanno bloccato il telefono, ho chiamato dal cellulare della psicomotrista di Dieguito e così ho potuto comunicare e tornare in contatto con lui. Molte volte non mi hanno lasciato entrare, una volta tornavo da Dubai sono andato a casa di Diego e non mi lasciavano entrare nel quartiere". La donna spiega di aver comunque provato a dire la sua riguardo la sistemazione di Maradona al ritorno a casa per la convalescenza.

 (Photo by Marcos Brindicci/Getty Images)

CHARLY - "Sono stata all'ultima riunione alla ‘Clínica Olivos’ tra i figlie e le figlie di Diego e i medici. In questa riunione dovevano coordinare come dovevano andare le cose una volta che sarebbe tornato a casa. Hanno affittato un'abitazione affinchè fosse più vicino alle figlie. Ho detto a Vanesa che se dovevano tenerlo a casa bisognava che fosse come una clinica, con tutto quello che serviva a disposizione. Ma nessuno mi ha dato ascolto". E poi un attacco diretto a Charly, il marito della cugina di Rocio Oliva, l'ultima compagna di Diego. “Charly gli portava la droga e l'alcol, l'ho visto io stessa. Un giorno è arrivato alle due di notte e portava del vino,. Io quando vedevo queste cose me ne andavo perchè quando Diego stava male la mia priorità era mio figlio. In quei giorni andavo a prendere Dieguito e c'era molto odore di marijuana. E c'era tantissima marijuana sul comodino. Ho visto che Diego non stava bene, ho preso Dieguito e me ne sono andata. Poi ho chiamato Matias e gli ho detto di cacciare quel tipo". E la polemica continua.

Potresti esserti perso