La lista di Seaman: “A Bruce hanno tirato un cavolo? A me è andata molto peggio…”

Povero Steve Bruce, vittima di un lancio di…cavoli e persino esonerato dalla guida dell’Aston Villa. Ma all’ex tecnico dei Villans poteva decisamente andare peggio, come testimonia David Seaman…

di Redazione Il Posticipo

Povero Steve Bruce, vittima di un lancio di…cavoli e persino esonerato dalla guida dell’Aston Villa. Ma l’ormai ex allenatore dei Villans, che ormai stanno imparando a loro spese quanto sia complicato tornare in Premier dopo essersi impantanati nelle sabbie mobili della Championship, ha ricevuto parole di conforto. Da chi? Da David Seaman, uno che di insulti in carriera ne ha presi parecchi e che durante i suoi anni in difesa della porta dell’Arsenal, ma non solo, è stato spesso vittima di lanci di oggetti non identificati. E per tirare su il morale a Bruce, che ha incrociato sui campi d’Inghilterra per più di un decennio, l’ex estremo difensore ha fatto…la lista della spesa ai microfoni di talkSPORT!

FRECCETTA – “Durante la mia carriera mi hanno davvero tirato di tutto. Preservativi pieni di urina, bottiglie piene di urina…“. Ecco già più di un motivo per Bruce per ritenersi fortunato… Ma Seaman non ha neanche cominciato con il racconto. “…petardi, pietre, tantissime monete“. Insomma, oltre a essere la vittima designata dei tiri degli attaccanti avversari, il povero ex portiere fungeva anche da bersaglio mobile per le persone sugli spalti. Ma qual è la cosa più strana che è mai stata lanciata a David Seaman? Facile. Una freccetta. “Era una partita della nazionale, io ero la riserva e mentre mi stavo scaldando una freccetta gialla con la punta di metallo mi è passata appena sopra la spalla ed è finita…in rete. Mi ha mancato di pochissimo. E il resto del riscaldamento lo abbiamo fatto a centrocampo!“.

ALTRE ESPERIENZE – Insomma, a Steve Bruce poteva decisamente andare peggio. Anche da un punto di vista…culinario, visto che per esempio a Luis Figo è arrivata quasi addosso l’ormai celeberrima testa di maiale al suo ritorno al Camp Nou con la maglia del Real Madrid. E anche in quanto a stranezza, c’è di peggio di un cavolo. Come racconta Dean Saunders, c’è anche persino si è portato allo stadio una pecora gonfiabile per il solo gusto di tirarglierla. E quindi, l’ex tecnico dell’Aston Villa fa bene a lamentarsi ma…alla fine può ritenersi quasi fortunato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy