Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La lettera…d’amore di Carragher a Mou: “Insulti al primo incontro, ma è davvero un tecnico Special…”

Di Josè Mourinho si dice spesso che o lo si ama, o lo si odia. Jamie Carragher, ex difensore del Liverpool e ora opinionista TV, fa parte della prima schiera, nonostante il primo approccio con il portoghese sia stato perlomeno burrascoso.

Redazione Il Posticipo

Di Josè Mourinho si dice spesso che o lo si ama, o lo si odia. Jamie Carragher, ex difensore del Liverpool e ora opinionista TV, fa parte della prima schiera, nonostante il primo approccio con il portoghese sia stato perlomeno burrascoso, come racconta nella sua rubrica sul DailyTelegraph...

PRIMO INCONTRO - "Non mi dimenticherò mai il mio primo incontro con Mourinho. Eravamo a Cardiff, al Millennium Stadium, per la finale di Coppa di Lega 2005 e l'allenatore del Chelsea si è fatto tutta l'area tecnica di corsa per venire ad accusare Luis Garcia di essersi tuffato. Io non ci ho visto più. 'Non cominciare a dire che si è buttato, il tuo Porto faceva molto di peggio'. Il diverbio è durato 30 secondi, ma i tifosi si sono divertiti tantissimo". Il che non toglie che tra i due ci fosse molto rispetto, come dimostra il seguito di questa storia. "Il Chelsea ha vinto dopo i supplementari e io ero distrutto. Ma dopo la partita Mourinho mi ha trovato, il suo umore era decisamente diverso dal mio, ma mi ha consolato. 'Sai che lo stavo facendo solo per combattere per la mia squadra, vero?'. Anche se magari non si sarebbe mai detto, c'era molto rispetto tra noi. Oltre al miglior Manchester United di Ferguson, non ho mai visto una squadra rappresentare perfettamente il suo allenatore come quel Chelsea. Sono bastate poche settimane per capire che se fosse venuto a Liverpool avrei adorato lavorare con lui, non c'era un calciatore in Inghilterra che non la pensasse così. E quelli del Chelsea lo adoravano come quelli del Liverpool fanno con Klopp oggi".

 LONDON, ENGLAND - MAY 09: Jamie Carragher of Liverpool gives instructions during the Barclays Premier League match between Fulham and Liverpool at Craven Cottage on May 9, 2011 in London, England. (Photo by Scott Heavey/Getty Images)

SPECIAL - E anche se è arrivato l'esonero al Tottenham, Carragher ha il suo pensiero per quello che riguarda Mourinho. "Dite quello che volete riguardo le sue ultime esperienze, ma questo non cambia che Mou è uno dei migliori allenatori di sempre. Si merita questo riconoscimento come addio rispettoso da parte del calcio inglese, perchè non vedo come potrà tornare ad allenare in Premier League. Il tempismo del suo licenziamento è strano, avrebbe avuto più senso salutarsi in estate, magari dopo aver vinto contro il City a Wembley. Con lui in panchina, a combattere per la sua squadra e a prendere a male parole i centrali avversari, le possibilità degli Spurs di vincere sarebbero state maggiori. Senza allenatori come lui, le aree tecniche del calcio inglese sono già più povere. Se Mourinho ha davvero allenato per l'ultima volta in Inghilterra, dobbiamo tutti ammettere una cosa: amatelo oppure odiatelo, ma è stato davvero Special". E quando lo dicono gli avversari...