La leggenda del Liverpool John Barnes e il suo viaggio infernale per Madrid: “Ho dormito in stazione in mezzo ai senzatetto”

La leggenda del Liverpool John Barnes e il suo viaggio infernale per Madrid: “Ho dormito in stazione in mezzo ai senzatetto”

L’ex trequartista dei Reds John Barnes dà una dimostrazione di quanto sia tifoso del Liverpool con un viaggio a dir poco infernale per arrivare a Madrid. Che lo ha costretto a qualche stop parecchio inaspettato.

di Redazione Il Posticipo

Non sempre viaggiare è facile. A volte si pensa che basti acquistare un biglietto aereo per vedere il proprio viaggio perfettamente organizzato. Non è così: bisogna fare i bagagli, procurarsi il necessario da portare, organizzare una tabella di marcia per altri eventuali spostamenti, dividere le giornate, fare diversi piani di spostamento e sapere già più o meno come muoversi. Tra l’altro, poi, si può curare tutta questa parte organizzativa nei minimi dettagli e ancora qualcosa potrebbe andare storto: lo sa bene la leggenda del Liverpool John Barnes, che per andare a Madrid ad assistere alla finale di Champions League… ha dormito in mezzo ai senzatetto.

DAL PARADISO ALL’INFERNO – L’ex trequartista del Liverpool di origini giamaicane era in vacanza a Santorini con la propria famiglia e aveva già pianificato tutto. La permanenza nella paradisiaca isola greca delle Cicladi? Macché? Aveva pianificato nel dettaglio la sua fuga a Madrid per assistere alla finale di Champions League. Aveva già il biglietto ed era pronto a partire ma, per un motivo o per un altro, il suo volo diretto è stato cancellato. Ma l’eroe dei Reds si è guardato bene dal demordere. Così, il cinquantacinquenne ha preso il primo aereo per Atene per fiondarsi a Barcellona. Dalla Catalogna poi avrebbe preso il primo treno per la capitale spagnola che in questa stagione è investita dell’arduo compito di capitale europea del calcio.

L’IMPEGNO PER LA CAUSA – Si sa, però, che se le cose sono cominciate malamente… non possono che finire peggio: l’ex numero 10 arriva in Catalogna e si precipita alla stazione ferroviaria per andare a Madrid, ma non ha considerato un piccolo dettaglio: “Sono arrivato a Barcellona alle 2 del mattino. Avrei dovuto prendere il treno per Madrid ma la stazione non apre prima delle 4:00“. Sconsolato, l’ex fantasista, decide di aspettare e, provato dal viaggio, si è sdraiato a terra fuori dalla stazione, accanto a diverse persone senzatetto.  “Ecco quanto mi sono impegnato per venire qui” rivela al Liverpool Echo “Ho dormito a terra alla stazione, ecco che razza di tifoso sono! Sapete chi non l’avrebbe fatto? Ian Rush! A parte ciò, questo è il mio impegno per la causa“. L’importante è che alla fine Barnes non si debba pentire dello sforzo dopo la partita…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy