La Juventus guarda al futuro: proposta di scambio al Barcellona per il talento Marqués

La Juventus guarda al futuro: proposta di scambio al Barcellona per il talento Marqués

La società bianconera continua a creare le basi per una rosa solida e a cercare di portare a Torino giovani interessanti che possono un giorno entrare a far parte della prima squadra. Stavolta l’occhio della Signora cade a Barcellona, dove potrebbero finire Pereira e Sene per vedere a Vinovo il venezuelano Marqués.

di Redazione Il Posticipo

La Juventus pensa al presente, rappresentato dalla partita contro la Roma, ma non smette mai di guardare al futuro. La società bianconera continua a creare le basi per una rosa solida e a cercare di portare a Torino giovani interessanti che possono un giorno entrare a far parte della prima squadra. E stavolta l’occhio della Signora è finito a Barcellona, dove sulla crescita di giovani talenti c’è un certo marchio di qualità. Da quanto riporta Mundo Deportivo, la Juventus sarebbe pronta ad offrire uno scambio alla società blaugrana, spedendo al Camp Nou Matheus Pereira e Kaly Sene per avere in cambio Alejandro Marqués.

SCAMBIO – Attaccante venezuelano con passaporto spagnolo, classe 2000, Marqués è in scadenza di contratto con il club catalano e non sembra aver intenzione di rinnovare. Lungi però dall’idea di fare uno sgarbo ai campioni di Spagna in carica, la Juventus sta pensando di fare una proposta ai blaugrana, piuttosto che soffiare un calciatore dalla Masia senza sborsare un euro. Ed ecco che Pereira, attualmente in prestito al Digione, e Sene, stellina della Primavera bianconera classe 2001, potrebbero entrare a far parte della trattativa. Un modo come un altro per entrambi i club per non arrivare allo scontro sull’addio del calciatore del Barcellona B.

FUTURO – Insomma, la Juventus non si ferma e guarda sempre avanti. Come dimostrano gli altri arrivi di questa sessione di mercato, a partire da Kulusevski, classe 2000. Senza poi dimenticare altri acquisti forse meno onerosi ma certamente di prospettiva, come il terzino classe 2002 Ntenda e lo svizzero Cotter, anche lui 2002, preso dal Sion ma lasciato in Svizzera fino a fine stagione. Certo, non è detto che tutti questi calciatori un giorno diventino dei perni della prima squadra, ma il mercato della Juventus è anche questo: assicurarsi il prima possibile un gran numero di talenti e monitorarne lo sviluppo. Se esplodono, le porte di Vinovo sono aperte. Altrimenti, sono comunque un valore aggiunto nelle trattative e negli ingressi. E nel calcio moderno, si vince anche così.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy