La furia di Klopp contro il governo inglese sul coronavirus: “Io non li ho votati, ma come funziona con le mascherine? La metto solo io, mi sento un alieno…”

La furia di Klopp contro il governo inglese sul coronavirus: “Io non li ho votati, ma come funziona con le mascherine? La metto solo io, mi sento un alieno…”

Il solito, incredibile Jürgen Klopp. Il tedesco dovrebbe essere al settimo cielo, considerando che in capo a una settimana il suo Liverpool dovrebbe vincere la Premier League dopo il terrore che la stagione venisse annullata a causa del coronavirus. E invece il tecnico…pensa a tutt’altro e carica contro il governo.

di Redazione Il Posticipo

Il solito, incredibile Jürgen Klopp. Il tedesco dovrebbe essere al settimo cielo, considerando che in capo a una settimana il suo Liverpool dovrebbe vincere matematicamente la Premier League dopo il terrore che la stagione venisse annullata a causa del coronavirus. E invece il tecnico dei campioni d’Europa in carica…pensa a tutt’altro. E come riporta Goal, le sue parole alla vigilia del derby con l’Everton riguardano proprio la pandemia, con un attacco frontale alla gestione dei contagi nel Regno Unito.

DIFFERENZE – Dito puntato contro il governo, che secondo Klopp non ha saputo imporre le giuste precauzioni per evitare la diffusione del virus. “Non mi sono preoccupato neanche per un secondo che le decisione del governo potessero costarci il titolo, perchè ero più preoccupato per le persone che stavano morendo. E lo sono tuttora. Io non ho votato questo governo, lo hanno scelto altre persone. Ma il problema è che io vedevo le notizie in Inghilterra e anche quelle dalla Germania. E se un alieno avesse visto entrambe le situazioni da fuori, avrebbe pensato che venivamo da due pianeti diversi. Dal punto di vista personale, non capisco perchè abbiamo cominciato a indossare le mascherine in posti chiusi solo il 15 giugno, quando negli altri paesi sono cinque o sei settimane che tutti lo fanno. Possiamo discutere se serva indossarle, ma tutte le nazioni in cui le hanno indossate presto hanno numeri più bassi di vittime del Regno Unito e questo è un fatto”.

MASCHERINE – Problema…di mascherine, come spiega il tedesco. In Germania (così come in Italia) sono obbligatorie, nel Regno Unito da quello che racconta Klopp sembrano un optional. “Quando vedo i numeri del contagio qui e poi guardo a quelli in Germania penso ‘ok, la Germania non è stata perfetta’, la gente si è comunque ammalata ed è morta. Ma in termini di modo di vivere la pandemia è totalmente diversa. Se vuoi entrare in un negozio in Germania e non hai la mascherina, non ti fanno entrare, punto. Con la mascherina puoi andare dove vuoi, anche dal parrucchiere. Loro hanno la mascherina, tu hai la mascherina e a volte nei negozi ci sono anche ulteriori protezioni come uno schermo. Quando vado a fare benzina in Inghilterra sono l’unico che ha la mascherina e i guanti, mi sento un alieno. Ma non smetterò di farlo finchè non mi dicono che questa pandemia è finita. Per fortuna nel club siamo al sicuro, ci testano due volte a settimana ed è un ambiente controllato”. Per fortuna che c’è il calcio a farlo sorridere un po’…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy