Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La frecciata del presidente dello Hyeres a CR7: “Nella Serie D francese finirebbe in ospedale dopo mezz’ora…”

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Se si parla di calcio, è molto probabile che il nome del portoghese prima o poi venga menzionato, vuoi per elogiarlo, vuoi per parlarne male. E a dimostrarlo c'è una strana storia che arriva dalla Francia, che contiene elementi che all'apparenza...

Redazione Il Posticipo

Il bello di essere Cristiano Ronaldo è che si finisce spesso e volentieri in qualsiasi tipo di conversazione. Se si parla di calcio, è molto probabile che il nome del portoghese prima o poi venga menzionato, vuoi per elogiarlo, vuoi per parlarne male. Del resto, il cinque volte Pallone d'Oro è da sempre un calciatore particolarmente divisivo: c'è chi stravede per lui e lo considera il migliore di tutti i tempi e c'è chi invece lo sopporta poco ed è sempre pronto a criticarlo. E a dimostrarlo c'è una strana storia che arriva dalla Francia, che contiene elementi che all'apparenza hanno ben poco a che fare l'uno con l'altro: CR7, Anelka e i dilettanti transalpini.

ANELKA - Meglio dare un po' di contesto. Mourad Boudjellal, editore ed ex proprietario del club di rugby del Tolone, è da poco diventato presidente dello Hyeres, club francese che milita nella National 2, il campionato che corrisponde alla nostra Serie D. Dopo aver reso grandi i rossoneri della palla ovale, Boudjellal ha tutta l'intenzione di fare il grande salto anche nel calcio e per questo ha portato in società una vera e propria leggenda, nel bene e nel male, del pallone transalpino: Nicolas Anelka. Basterebbe questo per capire come il sessantenne sia un tipo particolare, ma le sue dichiarazioni a RMCSport lo hanno immediatamente reso ancora più celebre di quanto non sia. Anche perchè se di mezzo c'è Cristiano Ronaldo, tutto si amplifica non poco.

 (Photo by Giorgio Perottino - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

CR7 - Parlando dell'arrivo di Anelka, Boudjellal ha infatti menzionato anche CR7 per spiegare quanto la National 2 sia un torneo che non fa sconti... "Ci vuole parecchia umiltà per mettersi in gioco nel mondo dei dilettanti, soprattutto se ci si chiama Nicolas Anelka. Eppure ha accettato con molto piacere. A noi dovrà portare il suo modo di vedere il calcio, ce lo dovrà trasmettere e per lui sarà una bella sfida. Il National 2 è un torneo atipico, servono calciatori di categoria e che sappiano dove stanno mettendo i piedi. Ho la certezza che se mettessimo Cristiano Ronaldo in questa categoria, finirebbe all'ospedale in mezz'ora". Insomma, una provocazione bella e buona per il portoghese. E chissà che, conoscendo la sua voglia di dimostrare di poter fare tutto, non sia un modo per invitarlo tra i dilettanti...

Potresti esserti perso