La folle notte di Valverde, tra intervento killer, premio da uomo partita e…la difesa di Simeone: “Avrei fatto lo stesso anche io”

La folle notte di Valverde, tra intervento killer, premio da uomo partita e…la difesa di Simeone: “Avrei fatto lo stesso anche io”

L’uruguaiano ha deciso la Supercoppa Spagnola, in maniera forse non proprio sportiva ma certamente efficace: ha abbattuto Morata lanciato a rete in contropiede con un tackle da dietro. Un intervento che gli è valso il rosso, ma anche l’elezione a man of the match e…i complimenti del Cholo.

di Redazione Il Posticipo

Il calcio è un gioco di squadra. E a volte bisogna sapersi prendere un “proiettile” per i compagni di squadra. Fare qualcosa che a livello personale significa salutare tutti, ma salvare una partita o, meglio ancora, una competizione. Viene in mente il caso di Luis Suarez, che al mondiale 2010 para un pallone che il Ghana sta per spedire in porta nei supplementari quarti di finale della rassegna iridata in Sudafrica. Il Pistolero si becca il rosso, ma l’Uruguay arriva ai rigori e vince la partita. Una scena che ha fatto storia e che evidentemente qualcuno ha tenuto nel cuore. Del resto, il fatto che anche Federico Valverde sia un calciatore della Celeste non può essere un caso.

AZIONE DECISIVA – Il centrocampista del Real Madrid regala la Supercoppa spagnola ai suoi, pur essendo stato espulso al minuto 114. Ma senza il suo intervento (in ogni senso della parola), probabilmente il Gran Capitan Sergio Ramos non avrebbe potuto decidere il match dal dischetto. L’uruguaiano ha decisamente fatto la giocata della partita, in maniera forse non proprio sportiva ma certamente efficace: ha abbattuto Morata lanciato a rete in contropiede con un tackle da dietro. Rosso sacrosanto, nonostante dopo scatti un mezzo parapiglia per l’evidente intenzionalità del gesto. Ma il risultato è quello che il calciatore dei Blancos voleva: il match resta sullo 0-0.

SIMEONE – Una scena che ha fatto il giro del mondo e che è valsa a Valverde…il premio di migliore in campo. Una decisione che ha trovato d’accordo persino Diego Pablo Simeone, che in conferenza stampa difende l’uruguaiano, come riporta AS. “È stato il momento più importante della partita. E gli ho detto che al posto suo chiunque avrebbe fatto la stessa cosa. Credo che dargli il premio di uomo partita ha tutto il senso possibile, perchè effettivamente Valverde ha vinto il match con quell’azione”. Insomma, nessuno può capire il centrocampista meglio del Cholo. Che infatti lo ha rincuorato dopo il rosso, nonostante gli avesse appena tolto la possibilità di vincere il trofeo. “Ha fatto quello che doveva fare”. Qualcosa che Simeone non può non apprezzare, neanche in un avversario…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy