Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La finale ormai è persa, ma i francesi non ci stanno: “Il gol del 3-2 di Messi non è valido”

La finale ormai è persa, ma i francesi non ci stanno: “Il gol del 3-2 di Messi non è valido” - immagine 1
I francesi devono essere orgogliosi di quanto fatto in Qatar. Ma c'è comunque spazio per le polemiche. Che non partono neanche da qualche tifoso, bensì direttamente...da L'Equipe, che rivedendo il 3-2 argentino ha notato qualcosa di strano...

Redazione Il Posticipo

Arrivare due volte in finale in due mondiali consecutivi è certamente un titolo di merito e un'indicazione della salute di un movimento calcistico. Nel 2018 la Francia ha vinto il suo secondo titolo iridato, battendo per 4-2 la Croazia in Russia. Stavolta però a festeggiare sono stati gli avversari. Non è bastata la tripletta di Kylian Mbappè (la seconda della storia in una finale, dopo quella di Hurst nel 1966), alla fine la Coppa l'ha sollevata l'Argentina al termine di quella che è già stata definita la miglior finale di sempre. E per quanto la delusione possa bruciare, come ha spiegato il presidente Macron negli spogliatoi, tutti devono essere orgogliosi di quanto fatto in Qatar. Ma c'è comunque spazio per le polemiche.

I giocatori argentini già in campo

—  

Che non partono neanche da qualche tifoso, bensì direttamente...da L'Equipe. Già durante la partita, il quotidiano francese si era lamentato della concessione del gol del 3-2 all'Argentina. Dove sta il problema? Il pallone è entrato, lo dice il microchip. E Lautaro Martinez era tenuto in gioco...dal fondoschiena di Varane, come ha confermato il sistema semiautomatico. Eppure c'è qualcosa in più che non quadra. La testata transalpina spiega che prima che Messi ribadisse in rete la parata di Lloris sul Toro, due calciatori della panchina dell'Argentina sono già in campo, pronti a festeggiare. "Il che è strettamente proibito. Il gol non è valido, se applichiamo giustamente le regole", spiega L'Equipe, non senza un po' di amaro in bocca.

Il regolamento dice che...

—  

Hanno ragione i francesi? Il paragrafo 9 della Regola 3 è abbastanza chiaro. "Se, dopo che è stata segnata una rete, l’arbitro si accorge, prima che il gioco

riprenda, che c’era una persona in più sul terreno di gioco nel momento in cui la rete è stata segnata, l’arbitro non convaliderà la rete se la persona in più era: un calciatore titolare (entrato o rientrato senza autorizzazione), di riserva, sostituito o espulso o un dirigente della squadra che ha segnato la rete; il gioco

viene ripreso con un calcio di punizione diretto dal punto in cui si trovava la persona in più". In pratica, i due argentini ci rientrano in pieno. Ma chi doveva accorgersene? Forse il VAR, che però era già impegnato col possibile fuorigioco di Lautaro. E quindi questa storia rimarrà un altro pezzo di una finale leggendaria...