La figuraccia dell’arbitro internazionale colombiano: convalida un gol con la VAR…che non esiste!

La figuraccia dell’arbitro internazionale colombiano: convalida un gol con la VAR…che non esiste!

Wilmar Roldan è internazionale dal 2008 e ha fatto conoscenza con la VAR, prima per la Copa Libertadores e poi la scorsa estate in Russia, come tutti i fischietti che hanno preso parte al mondiale 2018. Sarà per questo che ormai a fare quel gesto è abbastanza abituato?

di Francesco Cavallini

Da quando è stato introdotto l’ausilio tecnologico per gli arbitri, una domanda si pone spesso. Ma la VAR, ai fischietti, piace? Qualcuno suggerisce di no, perchè di fatto è in grado di smentire una decisione presa da chi deve gestire il match. Ma c’è anche chi la vede come un ausilio ormai indispensabile e che è in grado di evitare parecchi grattacapi. Del resto, un’occhiata allo schermo può aiutare e trasformare un possibile errore in una valutazione giusta. Ecco perchè sempre più direttori di gara si affidano alla VAR e in situazioni complicate non esitano a fare l’ormai celebre gesto dello schermo. Anche quando…lo schermo non c’è.

INTERNAZIONALE – Succede in Colombia e non certo all’ultimo arrivato. Wilmar Roldan è internazionale dal 2008 e ha diretto incontri dei più importanti tornei sudamericani. E ha fatto conoscenza con la VAR, prima per la Copa Libertadores e poi la scorsa estate in Russia, come tutti i fischietti che hanno preso parte al mondiale 2018. Sarà per questo che ormai Roldan a fare quel gesto è abbastanza abituato? Di certo, come riporta Goal, durante il match tra l’Atletico Bucaramanga e l’Independiente Santa Fe, dovendo giudicare su una possibile situazione di fuorigioco su un gol, ha fatto quello che ogni arbitro deve fare: chiedere aiuto al suo assistente, che aveva tenuto la bandierina abbassata.

VAR? – Basta come conferma? Al giorno d’oggi, forse no. E quindi per convincere i giocatori dell’Independiente della bontà della decisione, l’arbitro fa per due volte il classico gesto dello schermo, come a dire “lo hanno rivisto con la VAR”. Ma chi lo ha rivisto? Questo forse Roldan lo dovrà spiegare a una commissione disciplinare, dato che la VAR nel campionato colombiano non c’è… Per sua fortuna la chiamata si è rivelata esatta, ma il video del fischietto che segnala l’aiuto di una VAR inesistente ha già fatto il giro del mondo e ha lasciato più di qualche sospetto sull’operato del direttore di gara. E chissà se per decidere se punirlo…rivedranno il suo gesto allo schermo!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy