Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La favola di Malcom, dal calvario all’Oro olimpico

YOKOHAMA, JAPAN - AUGUST 07: Malcom #17 of Team Brazil celebrates after scoring their side's second goal during the Men's Gold Medal Match between Brazil and Spain on day fifteen of the Tokyo 2020 Olympic Games at International Stadium Yokohama on August 07, 2021 in Yokohama, Kanagawa, Japan. (Photo by Clive Mason/Getty Images)

Da quando il Barça ha...dirottato il suo volo per Roma, la carriera del verdeoro ha preso una piega decisamente inaspettata.

Redazione Il Posticipo

Il calcio dà, il calcio toglie, il calcio restituisce. E il tempo è sempre galantuomo. Per informazioni chiedere a Malcom, reduce dal calvario del dimenticato in Russia all'Oro olimpico. L’esterno brasiliano dello Zenit San Pietroburgo ha passato un periodo non proprio facilissimo negli ultimi tre anni. Da giocatore rivelazione della Ligue 1 a esubero del Barcellona.

SOLDI - Per portarlo al Camp Nou il Barça ha speso 10 milioni di euro in commissioni. Oltre, ovviamente, ai 40 versati al Bordeaux per pareggiare l'offerta della Roma e... dirottare l'aereo. In Catalogna il brasiliano non sarà certo ricordato come un campione, ma almeno gli spagnoli non ci hanno perso troppo, visto che lo hanno rivenduto più o meno alla stessa cifra allo Zenit. E forse a doversi lamentare al momento attuale sono proprio i russi, considerando che il rapporto tra prezzo e qualità del calciatore non è esattamente stato dei migliori. Anzi, non c'è stata neanche troppa quantità: 4i presenze 7 gol e altrettanti assist. Quasi un milione a presenza. Insomma, un rendimento neanche lontanamente paragonabile all'investimento. Non quello che ci si aspettava.

 YOKOHAMA, JAPAN - AUGUST 07: Malcom #17 of Team Brazil celebrates after scoring their side's second goal during the Men's Gold Medal Match between Brazil and Spain on day fifteen of the Tokyo 2020 Olympic Games at International Stadium Yokohama on August 07, 2021 in Yokohama, Kanagawa, Japan. (Photo by Francois Nel/Getty Images)

CALVARIO - Il suo compleanno numero 24 Malcom, nato il 26 febbraio 1997, lo aveva passato quasi da dimenticato, almeno per quello che riguarda il calcio che conta. Colpa, spiega AS, degli infortuni che sembrano non dargli tregua. Prima un lungo stop per un problema all'anca che lo ha costretto a perdersi buona parte della prima stagione in Russia. Poi, dopo la pausa causa pandemia, ci ha pensato il ginocchio a dargli noie proprio quando aveva ricominciato a trovare una certa continuità. E anche quando lo stiramento al collaterale sembrava roba del passato, il ginocchio ha ricominciato a fare male, costringendolo a rimanere di nuovo fuori. Abbastanza per instillare dei dubbi  considerando che si parla dell'acquisto più costoso di sempre del club. Chi sa se questa Olimpiade possa essere il trampolino di lancio per nuove soddisfazioni.