La dura vita del portiere: quando la sfortuna va in…gol

La dura vita del portiere. Un ruolo ricco di responsabilità, che non ammette errori. E a volte, capita che anche non sbagliando niente, ci si ritrovi responsabili di un gol. Anzi, di un autogol.

di Redazione Il Posticipo

Portiere

 (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)
(Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

La fortuna, in ogni ambito della vita, gioca un ruolo fondamentale. Stesso discorso, ovviamente, per la sfortuna. Nello sport, poi, il discorso assume ancora più spessore, specie su un campo da calcio. Un rimbalzo sbagliato, un contrasto fortunato o un pallone che…sbatte prima sul palo, poi sul portiere ed entra in porta lo stesso. La dura vita dell’estremo difensore è ricca di responsabilità e non ammette errori, ci sono, poi, quelle volte in cui non si commettono errori ma, per colpa della sorte, quella palla entra ugualmente in porta. È il caso di Lafont nella partita con il Torino. Ma il francese della Fiorentina è in ottima compagnia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy