La crisi colpisce duramente i Beckham: la linea di abbigliamento di Victoria è in rosso per parecchi milioni e arrivano i licenziamenti…

David e Victoria Beckham. A guardarli, la coppia perfetta. Ricchi, famosi, affiatati, con famiglia numerosa. Eppure, anche i Becks hanno i loro problemi. Quelli di David sono legati al campo e alla sua franchigia MLS, l’Inter Miami. A Victoria invece non tornano i conti: la sua linea di vestiti è in grossa crisi economica.

di Redazione Il Posticipo

David e Victoria Beckham. A guardarli, la coppia perfetta. Ricchi, famosi, affiatati, con famiglia numerosa e prossimi a organizzare il matrimonio del primogenito Brooklyn. Eppure, anche i Becks hanno i loro problemi. Quelli di David sono legati al campo e alla sua franchigia MLS, l’Inter Miami. La squadra basata in Florida, al suo esordio nella lega nordamericana, ha iniziato decisamente male la stagione, perdendo le prime tre partite e non riuscendo ad attrarre nessuna stella durante il mercato. A Victoria invece, come spiega Women’s Wear Daily, non tornano i conti: la sua linea di vestiti VVB è in grossa crisi economica.

LICENZIAMENTI – Al punto che Posh Spice è stata costretta a dolorosi tagli, sia alle collezioni per i prossimi anni che al personale. Il negozio principale della catena, nel centro di Londra a Oxford Street, è stato chiuso, i prezzi sono stati abbassati e un quinto del personale della compagnia, quindi circa venti persone, sarà licenziato. A dare l’annuncio ai dipendenti sono stati gli stessi coniugi Beckham assieme al CEO dell’azienda. Colpa ovviamente anche del coronavirus, che ha portato alla diminuzione del volume di affari e alla necessità di chiudere un punto vendita in una zona che è prestigiosa ma che come tale è anche parecchio costosa.

CRISI – Ma gli affari andavano male anche prima, spiega WWD. Negli ultimi due anni il volume di affari della linea di abbigliamento di Victoria è crollato, con perdite di 14 milioni di sterline nel 2019 che si aggiungono ai 10 milioni del 2018. Poi ci si è messa anche la crisi del sistema, che ha portato anche alla riduzione del numero di nuovi capi prodotti. La prossima collezione vedrà circa un 40% di modelli in meno. “Mi è sembrato necessario un ritorno all’essenziale”, ha spiegato la stessa Victoria in un comunicato, “che ha portato parecchia energia e creatività all’interno del team”. Intanto, però, i conti parlano di crisi profonda. E persino la coppia perfetta si scopre molto umana…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy