Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La confessione di Foster: “Abbiamo pensato che Capello fosse una testa di c… “

LONDON, ENGLAND - NOVEMBER 17:  Ben Foster of England rolls the ball out during the international friendly match between England and France at Wembley Stadium on November 17, 2010 in London, England.  (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

Il tecnico friulano è sempre stato molto severo. E uno dei portieri della sua nazionale confessa che i giocatori non lo amavano molto.

Redazione Il Posticipo

"Capello? Abbiamo pensato fosse una testa di c...". Parole di Ben Foster, uno dei portieri nel giro della nazionale inglese quando l'ex allenatore di Milan, Roma e Real Madrid era il CT della rappresentativa dei Tre Leoni. L'estremo difensore come riportato da sportbible, racconta un aneddoto in cui il tecnico friulano, noto per essere particolarmente severo, ha ispirato sentimenti poco affettuosi nei suoi confronti.

PALLEGGI - Capello è stato alla guida della nazionale dal gennaio 2008 e ha lasciato poco più di quattro anni dopo, rassegnando le dimissioni sulla scia della rimozione di John Terry da capitano. Nel suo podcast il portiere ricorda avvenimenti ancora ben impressi nella sua mente. "Il nostro spogliatoio non era un posto esattamente sereno. Capello era un allenatore davvero molto severo. Avrei tante storie da raccontare al riguardo ma ne ricordo una. In occasione di una partita casalinga a Wembley, Beckham, qualche minuto prima che iniziasse il riscaldamento, quindi a circa 40 minuti dal calcio d'inizio, era ancora nello spazio antistante lo spogliatoio dove c'era tantissimo spazio. Non saprei dire quale partita fosse, ma Beckham si stava divertendo a giocare a due tocchi con un compagno. Capello se n'è accorso e, con uno sguardo molto arrabbiato, si è diretto verso Becks e gli ha di fatto sequestrato il pallone, allontanandosi tenendolo sotto le braccia. E la sua espressione era chiara: basta cavolate".

 LONDON COLNEY, ENGLAND - JUNE 09: David Beckham of England trains as England Manager Fabio Capello (C) and Stuart Pearce (R) watch the players during an England training session on June 9, 2009 in London Colney, England. (Photo by Phil Cole/Getty Images)

STUPORE - Togliere il pallone dai piedi di un senatore come Beckham. Un gesto che non è certo passato inosservato: "Ho provato, come tutti i miei compagni un misto di stupore e sconcerto. Tutti lo stavamo guardando pensando la stessa cosa. Capello ha appena sequestrato il pallone a Beckham. Ci siamo tutti chiesti perché si fosse preso la briga di compiere quel gesto. Capisco che si debba essere severi ma nessuno ha capito il senso di un'azione del genere. Non c'era alcun bisogno. Sono quelle classiche situazioni in cui tutti pensano "che testa di c...o".