Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La confessione di Assifuah, giovane stella mai esplosa: “Mi sento triste quando vedo giocare Pogba e Umtiti”

La confessione di Assifuah, giovane stella mai esplosa: “Mi sento triste quando vedo giocare Pogba e Umtiti” - immagine 1
Ebenezer Assifuah è stato grande protagonista dell'edizione 2013 del Mondiale Under-20. Ora vede i suoi avversari dell'epoca brillare con parecchi rimpianti, come si deduce dalla sue dichiarazioni...

Redazione Il Posticipo

Quando un giovane talento si fa notare nel mondo del calcio, non è detto poi che il suo futuro sia destinato a essere roseo. I fattori che portano a sfondare sono tanti e non basta essere una promessa del pallone che verrà per avere la certezza di emergere. Basterebbe pensare al "nuovo Pelè" Freddy Adu, ma anche a tutti quelli che si sono messi in mostra nel corso delle competizioni giovanili. C'è l'ex Milan Dominic Adiyah, stella del mondiale Under-20 2009 finito a giocare nella seconda serie thailandese, ma anche il suo connazionale Ebenezer Assifuah, che è stato grande protagonista dell'edizione 2013. E che ora, mentre gioca nella seconda divisione francese con la maglia del Pau, vede i suoi avversari dell'epoca brillare.

Stesso mondiale

Assifuah, che di quel mondiale Under-20 è stato capocannoniere con 6 reti, ha avuto la possibilità di giocare contro i pari età della Francia, tra cui due calciatori che poi hanno scritto la storia del calcio mondiale come Paul Pogba e Samuel Umtiti. E proprio loro due causano al ghanese parecchi rimpianti, come si deduce dalla sue dichiarazioni, riportate da Original TV. "Mi sento molto triste quando vedo ggnte come Pogba, Umtiti e gli altri, perchè tutti quanti abbiamo giocato nella stessa competizione durante il mondiale Under-20 della FIFA in Turchia". Poi, però, le loro strade hanno preso strade diverse. E secondo Assifuah, è una questione che riguarda le federazioni. "La differenza tra loro e noi è che il loro paese ha visto cosa potevano fare e li ha preparati".

Quella semifinale persa...

Qualcosa che evidentemente il Ghana non ha fatto, perdendo per strada una serie di talenti capaci di performare ad altissimi livelli quando erano ancora molto giovani. Ma il momento decisivo per il ghanese resta proprio l'incontro con la Francia, quella semifinale terminata 2-1 per i transalpini con gol proprio di Assifuah, reso però inutile dalla doppietta di Florian Thauvin, un altro che ha fatto una buona carriera. Dopo quel match, la Francia ha vinto il torneo, lanciando i suoi talenti a livello internazionale, mentre i ghanesi sono tornati in una relativa oscurità. "Ora molti di loro hanno vinto la Coppa del Mondo e continuano a giocare ad alti livelli. Per noi invece il momento in cui non abbiamo vinto il mondiale Under-20 è stato la fine". Il che dimostra che essere stelle da giovanissimi non è garanzia di una carriera importante.