La commovente dedica di Jermain Defoe al piccolo Bradley Lowery a due anni dalla scomparsa

La commovente dedica di Jermain Defoe al piccolo Bradley Lowery a due anni dalla scomparsa

Nell’amichevole tra Rangers e Oxford United, Jermain Defoe segna e dedica il gol al piccolo amico scomparso. Un legame che ha toccato il cuore degli inglesi (e non solo) torna a far commuovere il mondo.

di Redazione Il Posticipo

I Rangers di Glasgow stanno per ricominciare la propria stagione. Domani saranno impegnati nel primo turno di qualificazione all’Europa League contro il St. Joseph’s. Per ricominciare a mettere un po’ di minuti nelle gambe, quindi, i ragazzi di Steven Gerrard si sono esibiti in un’amichevole contro l’Oxford United. La partita contro la squadra di terza serie inglese è finita, prevedibilmente, 5-0 per gli scozzesi ma non sono mancate le emozioni forti. E non per una giocata, non per il risultato o per un gol da cineteca. Per via della dedica del gol di Jermain Defoe al suo piccolo amico Bradley Lowery scomparso da due anni.

L’AMICIZIA – Un’amicizia di cui si è già parlato, non senza difficoltà emotiva. L’amicizia tra i due nasce qualche tempo fa, quando Defoe giocava nel Southampton. Si erano incontrati a una raccolta fondi proprio in favore della ricerca di una cura per il neuroblastoma, forma tumorale di cui soffriva il piccolo Bradley. Da lì, il calciatore e il bambino sono diventati praticamente inseparabili. Purtroppo, due anni fa, a soli 6 anni Bradley ha lasciato tutti un po’ più soli. Ma Defoe non lo ha mai dimenticato. Dopo due anni esatti dalla sua morte, Defoe segna in amichevole e gli dedica il gol.

FIERO – E proprio per quel bambino che lo aveva accompagnato in campo nella sua presenza in nazionale Defoe twitta: “Fiero di aver segnato oggi. Non posso credere che siano passati già due anni. Questo è per te, ometto!“. Anche grazie ai giocatori che si sono mobilitati in prima persona e anche mettendoci la faccia facendo pubblicità (Defoe in prima linea, ma non solo), la fondazione Bradley Lowery ha raccolto circa 3 milioni di sterline. Sua mamma, riporta il Sun, ha commentato: “Mi aiuta molto vedere famiglie che beneficiano delle cure di cui avrebbe avuto bisogno mio figlio. Non voglio che passino per la strada che ho fatto io. Ed è quello che Bradley avrebbe voluto. Sono fiera del fatto che sarebbe stato fiero“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy