calcio

La Champions se la proposta di Agnelli fosse già in vigore

Secondo Agnelli, ai club di Champions League dovrebbe essere impedita la compravendita giocatori. Ecco come sarebbe lo scenario attuale.

Redazione Il Posticipo

(Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)
 TURIN, ITALY - NOVEMBER 26: Andrea Agnelli president of Juventus with John Elkann before the UEFA Champions League group D match between Juventus and Atletico Madrid at Allianz Stadium on November 26, 2019 in Turin, Italy (Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

Andrea Agnelli ha proposto un'alternativa al FPF tra club di Champions League: non si dovrebbero comprare calciatori tra squadre del massimo livello europeo per ridurre gli investimenti ultra-milionari e favorire anche le squadre più piccole. Ma se fosse già in vigore, nella sua Juventus non sarebbero entrati i 60 milioni di Pjanic che hanno permesso di pagare Arthur soltanto 12 milioni al Barcellona. Inoltre, i bianconeri non avrebbero potuto vendere Emre Can al Borussia Dortmund guadagnando 25 milioni. Ecco quali altre squadre sarebbero molto diverse.

Potresti esserti perso