Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La carriera stroncata del talento tedesco Engels: l’hanno operato alla gamba sbagliata

KARLSRUHE, GERMANY - JULY 30: Jannis Rabold of Karlsruher SC and Robin Bormuth of Karlsruher SC and Christoph Kobald of Karlsruher SC during the Second Bundesliga match between Karlsruher SC and SV Darmstadt 98 at BBBank Wildpark on July 30, 2021 in Karlsruhe, Germany. (Photo by Jörg Halisch/Getty Images)

Non tutti i potenziali fenomeni, dopo gli splendori a livello giovanile, ce l’hanno fatta, per un motivo o per un altro. A Jan Engels, oggi 23enne, hanno rovinato la carriera… operandogli la gamba sbagliata.

Redazione Il Posticipo

È facile parlare di Cristiano Ronaldo, Messi, Neymar, Mbappé, De Bruyne, Lewandowski e Haaland adesso. Non di tutti loro si parlava a livello nazionale o mondiale quando avevano 17 anni. O meglio: gli scout li conoscevano e li proponevano ai club e… il resto è storia. Ma ci sono alcuni ragazzi, considerati delle autentiche stelle ad un passo dalla consacrazione, che dopo gli splendori a livello giovanile non ce l’hanno fatta, per un motivo o per un altro. A Jan Engels, oggi 23enne, hanno rovinato la carriera… operandogli la gamba sbagliata.

POTENZIALE - Quando Jan Engels aveva 17 anni giocava con il Karlsruher, nelle giovanili nazionali e ha condiviso esperienze con Felix Passlack e Ride Baku (oggi al Borussia e al Wolfsburg). Anche su di lui c’era il forte interesse del Borussia Dortmund e il giovane cercava di migliorare ancora per arrivare ai vertici del calcio per i quali, si diceva di lui, era solo questione di tempo. Poi l‘inizio della fine: il giocatore si infortuna alla gamba destra rimediando un brutto strappo al nastro fibroso che tiene in sede i tendini dell’articolazione tibio-peroneale. Molti giocatori si sono sottoposti allo stesso intervento e sono tornati a giocare ad altissimi livelli dopo una riabilitazione. Loro però sono stati operati alla gamba giusta.

L’INCUBO - La Bild dà eco a un’intervista di Spox a Jan Engels che racconta il suo incubo dal quale però non può svegliarsi. “Mi sono svegliato dopo l’operazione e avevo un dolore incredibile, una sensazione che qualcosa non andasse. Poi mi hanno riportato in stanza dove c’era mia madre ad attendermi. È un’infermiera pediatrica, mi ha detto che era normale che mi sentissi così dopo un’operazione. Dopo un quarto d’ora le ho chiesto di alzare la coperta e di dare un’occhiata al piede operato. Non potevo credere a quello che vedevo: era la gamba sinistra ad essere fasciata , viti e placche erano state messe lì”. Nella gamba buona. “Il dottore venne al mio letto, scoppiò a piangere, a un certo punto gli ho detto: ‘hai fatto una grande operazione, peccato che fosse alla gamba sbagliata’”. Non si sa come, Engels ha trovato la forza di sdrammatizzare con il chirurgo che poi l’ha rioperato a entrambe le gambe per togliere il non necessario e sistemare la gamba destra. E ora, mentre i suoi amici sono stelle del calcio, gioca nella sesta divisione tedesca...