La Bundesliga riparte senza Herrlich: il tecnico dell’Augsburg viola la quarantena…per andare a comprare il dentifricio!

La Bundesliga riparte, il primo grande campionato a farlo dopo lo stop globale imposto al calcio dalla pandemia di coronavirus. Ma lo farà senza Heiko Herrlich, tecnico dell’Augsburg. Per lui niente panchina nella sfida contro il Wolfsburg, in quanto ha violato le restrizioni imposte dal protocollo…

di Redazione Il Posticipo

La Bundesliga riparte, il primo grande campionato a farlo dopo lo stop globale imposto al calcio dalla pandemia di coronavirus. Ma lo farà senza Heiko Herrlich, ex bad boy del calcio tedesco con un passato anche nel Borussia Dortmund campione d’Europa, attualmente tecnico dell’Augsburg. Per lui niente panchina nella sfida contro il Wolfsburg, in quanto ha violato le restrizioni imposte dal protocollo messo a punto per la ripresa del campionato. A diffondere la notizia è stato lo stesso club, attraverso un comunicato ufficiale che è arrivato giovedì, ad appena 48 ore dal fischio di inizio della seconda parte di questa travagliata stagione.

COMUNICATO – “Nella conferenza dell’Augsburg prima della partita di sabato contro il Wolfsburg, l’allenatore Heiko Herrlich ha spiegato di aver lasciato brevemente l’albergo dove alloggia la squadra. Facendo ciò, ha violato la regola della quarantena presente nel protocollo di igiene che la lega calcio tedesca ha messo a punto attraverso una task force per poter permettere la ripresa del campionato”. Dunque, il tecnico è colpevole e non potrà essere presente in panchina. Ma dove se ne andava Herrlich? Goal riporta che la sua piccola fuga dall’albergo sarebbe dovuta all’acquisto di dentifricio e creme per la pelle. Non esattamente il concetto di “necessità”…

MEA CULPA – L’allenatore ne è consapevole ed ha ammesso di aver commesso una leggerezza. “Ho fatto un errore a lasciare l’hotel. Anche se ho seguito tutte le misure d’igiene sia quando ho lasciato l’albergo che quando sono rientrato, non è un qualcosa che dovevo fare. In questa situazione non mi sono comportato da modello sia per la mia squadra che per il pubblico. E quindi sarò onesto e sconterò le mie colpe. A causa di questa situazione, domani non guiderà l’allenamento e sabato non guiderò la squadra contro il Wolfsburg”. Considerando che in Germania alcuni calciatori si perderanno la ripartenza per positività al coronavirus, ad Herrlich poteva andare molto peggio. Ma rispetto a chi è contagiato, la figuraccia l’ha fatta decisamente lui…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy