La Bombonera si rifà il look: ecco il progetto per ampliare la casa del Boca

La dirigenza del Boca Juniors si è riunita per studiare il progetto di ristrutturazione dello storico impianto degli Xeneizes. Una mossa che permetterebbe al club anche di non lasciare lo stadio durante i lavori.

di Redazione Il Posticipo

Le promesse elettorali vanno mantenute, costi quel che costi. E dato che uno dei temi principali durante la campagna per la presidenza del Boca è stato lo stadio, ovviamente ora dal presidente Angelici ci si attendono i fatti. Del resto, la Bombonera è un qualcosa che sta a cuore a tutti i tifosi degli Xeneizes e ognuno ha la sua opinione al riguardo. Chi vorrebbe tenerla com’è, chi vorrebbe addirittura (sacrilegio!) costruire uno stadio nuovo e chi, come l’attuale dirigenza, invece sta valutando l’idea di una ristrutturazione. Lavori che permetterebbero di modernizzare lo stadio e che verrebbero a costare circa cinquanta milioni di euro.

CONTINUITÁ STORICA E ARCHITETTONICA – Con questo spirito, ma soprattutto con la volontà di definire una risposta alla questione stadio durante il suo mandato, Angelici si è riunito, come racconta Olè, con i tre uomini chiave del progetto: l’architetto sloveno Tomaz Carmernik, l’ingegnere Carlos Vallet e la mente della ristrutturazione, il rappresentante del club Fabián Fiori. La Nueva Bombonera nasce in diretta continuità con la vecchia, sia dal punto di vista architettonico che da quello di vista…storico. La scelta di Carmernik è legata al ricordo di Viktor Sulcic, maestro dell’architetto interpellato ma soprattutto ideatore del vecchio impianto. Che servirà, è proprio il caso di dirlo, da base per il nuovo. L’idea di base è infatti quella di abbattere il settore dei palchi (ideato nel 1996 durante la presidenza Macri) e…chiudere il cerchio con un’altro settore a tre anelli, rimandando al disegno originale di Sulcic.

MAGGIOR CAPIENZA E STADIO NON CHIUSO – Una mossa che permetterebbe di aumentare di circa 12000 posti la capienza attuale, portandola a circa 80000 persone e superando di 15000 quella del progetto originale. Ma soprattutto si tratterebbe di lavori che garantirebbero al Boca di poter continuare a giocare alla Bombonera durante la ristrutturazione, sfruttando i tre settori che non necessitano di sistemazioni. Settori che, in un altro dei progetti presentati, sarebbero state invece innalzati di un ulteriore anello. Ma, come riporta La Nacion, l’idea di Osvaldo Salvestrini è stata respinta al mittente e ha lasciato spazio a quella che dovrebbe diventare la Nueva Bombonera. I lavori previsti dovrebbero durare un anno, durante il quale agli abbonati ai palchi verrà assegnato un settore provvisorio. Insomma, Angelici ha davvero pensato a tutto. E se i risultati saranno simili a quelli dei rendering, di certo un altro mandato non glielo toglierà nessuno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy