Italia, la bacchettata di Verratti: “Giusto tenere fuori Kean e Zaniolo”

Italia, la bacchettata di Verratti: “Giusto tenere fuori Kean e Zaniolo”

Verratti a tutto campo in una intervista esclusiva rilasciata a Rai Sport. Il calciatore del PSG parla anche di Icardi…

di Redazione Il Posticipo

Verratti a muso duro con i giovani. Secondo il centrocampista del PSG, intervistato da Rai Sport, la scelta del CT non fa una piega. Giusto tenere fuori Kean e Zaniolo, i due ragazzi che si sono fatti prendere troppo la mano sui social.

GIUSTO – Il centrocampista abruzzese non ha peli sulla lingua. E bacchetta i due, pur precisando che non si tratta di una punizione, ma di un insegnamento. “Kean e Zaniolo sono rimasti fuori e penso sia una scelta giusta. Non la ritengo sia una punizione ma credo che serva per fargli capire che sopratutto quando si è giovani bisogna far qualcosa più degli altri”.

ICARDI – Inevitabile una domanda su Icardi, suo prossimo compagno di squadra al PSG. Ennesimo colpo per andare a caccia dell’affermazione europea. “Icardi al PSG è stata una bella sorpresa, non me l’aspettavo. Ci darà una mano. Siamo un ottimo gruppo, ma serve anche avere concorrenza perché fa crescere un giocatore. Chi vuole vincere ed essere competitivo per ogni tipo di competizione deve avere in rosa  questi giocatori. In area non ce ne sono tanti come lui, ci darà una mano. Averlo  farà crescere noi, ma anche lui”. Quindi una digressione per parlare della sua esperienza in Francia. “Non sono qui per i soldi, sono qui per il progetto e perché la società ha grandi ambizioni. Non è facile vincere qui, possiamo e dobbiamo fare di più in Europa. Far parte di questo progetto mi fa sentire vivo. Non volevo essere uno dei tanti, preferisco essere uno che porta questa squadra il più in alto possibile”.

RAZZISMO – Verratti affronta anche il discorso legato alla lotta al razzismo, rilanciata da Lukaku: e ha già una soluzione. “Bisogna arrivare ad interrompere le partite perché altrimenti non c’è soluzione. So che è un passo grande e difficile, ma bisogna farlo perché gli stupidi allo stadio ci  sono e ci saranno sempre”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy