calcio

L’1+8 di Zamorano e non solo: tra portieri col 10 e 44 Gatti, ecco quando i calciatori danno i numeri

A volte il calcio dà i numeri, soprattutto quando si parla di maglie. Affetto, scaramanzia, legami familiari o lucida follia. Ogni numero ha una propria storia particolare e il mondo delle scelte dei calciatori è tutto da scoprire...

Redazione Il Posticipo

COMO, ITALY - SEPTEMBER 19:  Ivan Zamorano poses for a photo at Appiano Gentile on September 19, 2019 in Como, Italy.  (Photo by Claudio Villa - Inter/Inter via Getty Images)

A volte il calcio dà i numeri, soprattutto quando si parla di maglie. Affetto, scaramanzia, legami familiari o lucida follia. Ogni numero ha una propria storia particolare e il mondo delle scelte dei calciatori è tutto da scoprire. Zamorano, bomber cileno e pioniere dell’originalità. Tutto nasce nell’estate del 1997, anno dell’acquisto di Ronaldo che arriva a Milano e trova la “9” occupata, causa presenza di Zamorano che non si scoraggia. Il brasiliano, al primo anno, prende la 10 ma nel 1998, dopo il mondiale, Ronnie è sconfortato. E allora il cileno per rincuorarlo gli cede la maglia e sceglie il 18 con l’opzione di un “+” fra decine e unità. E cosi la “1+8” divenne storica. Ma negli ultimi anni si è visto davvero molto di peggio...

Potresti esserti perso