Kylian, giochi d’…Hazard in auto: fermato e arrestato. Correva a 240 km/H….

Kylian, giochi d’…Hazard in auto: fermato e arrestato. Correva a 240 km/H….

Kylian Hazard arrestato per eccesso di velocità. Il fratello del calciatore del Real Madrid l’ha combinata grossa: guidava a 240 chilometri orari. Libero, ma patente ritirata. Le scuse affidate al profilo Instagram.

di Redazione Il Posticipo

Klian Hazard arrestato per eccesso di velocità in Spagna. Il fratello del calciatore del Real Madrid l’ha combinata grossa: guidava a 240 chilometri orari. Quanto basta e avanza eccome, per il ritiro immediato della licenza di guida.

SCUSE – La notizia è stata riportata da Marca. Il fratello del belga, anche lui calciatore, ma a Bruges, ha ammesso immediatamente le proprie colpe e le ha anche pubblicare sul proprio profilo instagram.  “La scorsa settimana ho commesso un errore quasi irreparabile. Ho messo in pericolo la mia vita e ho quasi messo in pericolo quello delle persone intorno a me, quindi vorrei scusarmi con le persone che mi seguono.”

PUNITO – Alla punizione è seguito anche un percorso di educazione stradale: “Ho visitato un centro con persone che hanno subito incidenti stradali e che mi ha permesso di capire che dobbiamo stare molto attenti con la macchina. Non c’è nulla di sicuro e un incidente può accadere in qualsiasi momento. A causa della mia professione devo mostrare un esempio e, in questo modo, non l’ho fatto. Pertanto, voglio scusarmi con tutti “.

PRECEDENTE – Le scuce sembrano sincere. E, in ogni caso, necessarie. In tutto il mondo si è ormai molto sensibili sull’argomento. In Spagna l’eco è ancora più ampio considerando che l’altro Hazard, Eden, gioca nel Real Madrid e che è ancora recentissimo il ricordo della tragedia che ha colpito Reyes. E anche in quel caso la morte è sopraggiunta per un eccesso di sfrontatezza di fronte al pericolo. Sempre in agguato. Meglio dunque, correre in campo che sulla strada. E Kylian non gocherà più d’…Hazard con la velocità per un bel po’, come giusto che sia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy