calcio

Kyle Walker twitta e rimuove un post-sfottò per il Liverpool: c’è lo zampino di Pep?

L’esterno del Manchester City, Kyle Walker, twitta un’iconica immagine di Maguire, marcatore per il Leicester nella sfida con i Reds. Una scelta forse non apprezzata da Guardiola, dopo aver perso contro il Newcastle?

Redazione Il Posticipo

Chi fa un massiccio uso dei social network sa che, a volte, la tentazione di pubblicare un’immagine, una scritta o una GIF al veleno è fortissima. Per i comuni cittadini, salvo per pubblicazioni passibili di denuncia, non succede niente o quasi. Una persona che è sempre sotto i riflettori, invece, dovrebbe, almeno in teoria, pensarci un po'. E dovrebbe averlo imparato a proprie spese l’esterno difensivo del Manchester City, Kyle Walker. Pubblica un meme-sfottò contro il Liverpool ma poi capisce che è meglio evitare di esporsi a certi… contro-sfottò.

LA STORIA DEL POST - Anche perché, Walker dovrebbe saperlo che un tweet si potrà anche eliminare ma le catture dello schermo che le migliaia di utenti ne hanno fatto no. Ma cosa aveva pubblicato? Walker aveva postato un’ormai iconica immagine di Harry Maguire che lo stesso difensore del Leicester aveva pubblicato dopo la vittoria contro la Svezia ai mondiali in cui è raffigurato lo stesso calciatore con un braccio appoggiato sulla vetrata degli spalti dove c’è la sua compagna con una simpatica didascalia: “Puoi chiedere ai vicini di metter fuori la spazzatura? Non torneremo a casa”.

POCO DA RIDERE - Walker, ha sfruttato la stessa immagine per sfottere i rivali del Liverpool che sabato sono stati fermati sul pareggio proprio da un colpo di testa di Maguire ma, stavolta, non ha fatto bene i conti: “In pratica, pensavano che sarebbero andati avanti di 7 punti”. Il tweet viene cancellato. Pessimo gusto. Anche perché i punti di distacco non saranno 7 ma sono pur sempre 5. C’è poco da scherzare su un pareggio degli avversari quando tu sei stato sconfitto (malamente) da una squadra in piena lotta salvezza. E soprattutto quando il tuo allenatore non è un grandissimo fan di social network e, come riporta Sportbible, potrebbe essere colui che con una bella ramanzina ha fatto capire a Walker che, in fondo, non c'era proprio nulla da ridere...