Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Kvaratskhelia che inizio: come Cavani, Callejon e Hamsik

Kvaratskhelia che inizio: come Cavani, Callejon e Hamsik - immagine 1
Il georgiano, in una partita e mezza, ha conquistato Napoli e il Napoli.

Redazione Il Posticipo

Khvicha Kvaratskhelia, ancora lui. Una prima al Maradona fantascientifica. Un gol rispolverano il "tiraggir". La doppietta arriva al termine di una azione personale impreziosita da dribbling e conclusione imparabile all'angolino. Il georgiano, in una partita e mezza, ha conquistato Napoli e il Napoli.

CHE INIZIO

Gli sono stati sufficienti 135' di campionato per mettere a segno gli stessi gol di Insigne in tutto lo scorso campionato e poi a segnarne uno in più dell'ex capitano. Un impatto devastante, quello del calciatore dal nome impronunciabile ma che tutti dovranno imparare e sottolineare in rosso alla dicitura "pericolo pubblico". Kvaratskhelia, fra l'altro, è riuscito a scrivere una piccola pagina di storia del Napoli del decennio. L'esterno è il quinto giocatore ad aver messo a segno due gol nelle prime due giornate di campionato dal 2010 in poi.

2010/2011

Il primo calciatore a riuscire nell'impresa di mettere a segno due gol in 180' è Cavani. Edinson, nel 201o/2011 non è ancora la "luce" di Napoli ma accende e di parecchio la fantasia dei tifosi azzurri quando va segno prima contro la Fiorentina dopo 7' di gioco al Franchi e poi in casa contro il Bari al 30'. In entrambi i casi i gol non porteranno la vittoria ma solo due punti. (1-1 in Toscana, 2-2 contro i pugliesi). La stagione si chiude con un soddisfacente terzo posto che varrà il ritorno nell'Europa che conta.

Kvaratskhelia che inizio: come Cavani, Callejon e Hamsik - immagine 1

 

2013/2014

Il Napoli edizione 2013/2014 inizia il campionato innestando immediatamente le marce alte. Protagonista assoluto dell'inizio di stagione è José Callejon, destinato a diventare uno dei punti fermi degli azzurri. Lo spagnolo va in gol alla prima di campionato con il Bologna (3-0). E poi concede il bis nella trasferta di Verona contro il Chievo firmando il 2-4. Protagonista assoluto di quella porzione di stagione è anche Hamsik che mette addirittura a segno quattro reti, spalmandole nei primi 180'. Quella stagione si chiude nei migliori dei modi per gli azzurri che centrarono la Champions e tornarono a vincere in Coppa Italia per la quinta volta nella storia della competizione.