Kroos scommette tutto sulla Bundesliga: “Se non riescono a finire il campionato in Germania, chi ce la farà?”

Gli occhi di tutti gli appassionati di calcio sono rivolti alla Germania. Come spiega Kroos, la Bundesliga è in un certo senso la…cavia del mondo del pallone, che renderà possibile capire se e quanto i protocolli riusciranno a permettere di ripartire con i tornei. E sopratutto di finirli…

di Redazione Il Posticipo

La Bundesliga si appresta a ripartire e gli occhi di tutti gli appassionati di calcio sono rivolti alla Germania. E non solo perchè finalmente si tornerà a vedere partite di un certo livello. Il campionato tedesco è in un certo senso la…cavia del mondo del pallone, perchè grazie a Bayern, Lipsia e compagnia bella sarà possibile capire se e quanto i protocolli pensati dalle diverse federazioni riusciranno a permettere di ripartire con i tornei. E sopratutto di finirli, perchè non è detto che una volta scesi in campo di nuovo la situazione non presenti problemi insormontabili, a cui le task force non hanno pensato. E dalla Spagna Toni Kroos spiega che tutti aspettano di vedere come andrà nel suo paese.

OCCHI SULLA BUNDES – Parlando alla DPA, l’agenzia di stampa tedesca, il centrocampista del Real Madrid ha confermato che anche la Liga guarda con apprensione alla ripresa della Bundes. Anche perchè la Germania, tra i paesi europei, è tra quelli che ha contenuto meglio la pandemia. Dunque, se le cose non dovessero funzionare in terra teutonica, complicato pensare che si possa ricominciare altrove… “Qui tutti quanti hanno l’impressione che se in Germania non si riuscirà a giocare la Bundesliga, allora nessuno sarà in grado di riprendere. Nel mio paese abbiamo avuto i migliori numeri per quello che riguarda sia i contagi che i morti per coronavirus. E se non si può finire la Bundesliga, quale campionato si potrà finire? È logico che tutti quanti seguiremo come andranno le cose nel campionato tedesco”.

COME UNA PAUSA – E mentre in Germania si sta per scendere di nuovo in campo, in Spagna (come del resto in Italia) i calciatori hanno potuto di nuovo allenarsi nei centri sportivi, anche se ancora in piccoli gruppi. E Kroos spiega che in fondo è una situazione simile a quella della pausa estiva. “Ci siamo allenati in casa per molto tempo, avevamo piani di lavoro, almeno per gli esercizi che si possono fare in casa. Sembrava un po’ estate, una vacanza molto lunga. E adesso ricominciamo di nuovo, con una preparazione di quattro o cinque settimane. Il processo di ripresa è come quello in Germania, con gruppi di poche persone, solo che è cominciato più tardi”. Abbastanza tardi per capire subito l’andazzo guardando alla Bundesliga…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy