Kroos, continua lo scontro con Lopetegui: il tedesco non è Casemiro e…neanche titolare

Kroos, continua lo scontro con Lopetegui: il tedesco non è Casemiro e…neanche titolare

Nell’occasione dell’ultimo incontro giocato al Bernabeu, il calciatore tedesco non ha giocato neppure un minuto. Dopo essere stato sempre presente nelle partite precedenti. Sin troppo facile collegare l’esclusione alle polemiche sorte nella scorsa settimana riguardante la collocazione tattica del calciatore…

di Redazione Il Posticipo

Non sono Casemiro. E dopo questa battuta infelice, probabilmente, neanche un calciatore titolare del Real Madrid. Secondo quanto riporta il Mundo Deportivo, i rapporti fra Kroos e Lopetegui sarebbero ai minimi storici. Tutto, ovviamente, dipenderebbe dalle dichiarazioni rilasciate dal centrocampista tedesco campione del mondo 2014, riguardanti la collocazione nella mediana dei Blancos in un ruolo a lui non esattamente congeniale per tattica e caratteristiche fisiche.

PUNIZIONE – La risposta dell’ex commissario tecnico della selezione spagnola non si è fatto attendere ed è arrivata, puntuale come le tasse, inteso anche come…punitiva, nella sfida contro il Levante. Nell’occasione dell’ultimo incontro giocato al Bernabeu, il calciatore tedesco non ha giocato neppure un minuto. Dopo essere stato sempre presente nelle partite precedenti. Sin troppo facile collegare l’esclusione, secondo il tabloid spagnolo, alle polemiche sorte nella scorsa settimana riguardante la collocazione tattica del calciatore. Lopetegui non avrebbe digerito l’atteggiamento di Kroos, relegandolo in panchina. Una prova di forza senza dubbio, Ma che non è affatto giovata a ai blancos, che hanno collezionato l’ennesima sconfitta di questo terribile inizio di stagione.

SEGNALE – Evidentemente Lopetegui ha voluto mandare un segnale chiaro e forte alla squadra: comanda lui. Senza se e senza ma. E finché sarà l’allenatore del Real Madrid, nessuno potrà metterne in discussione le scelte, soprattutto a mezzo stampa. Una scelta che per certi versi è comprensibile ma che, dall’altro lato della medaglia, ha avuto ripercussioni negative sia sull’ambiente, che sullo spogliatoio e sui risultati. Un tris servito che è rimasto indigesto al tecnico spagnolo, che adesso si deve giocare la permanenza sulla panchina del Real in pochissimi giorni,. prima nella sfida contro il Viktoria Plzen in Champions e poi nel Clasico. E visto il rendimento attuale, sembra sin troppo facile stabilire chi fra Kroos e Lopetegui dopo il Clasico vestirà ancora la maglia dei blancos. E chi invece sarà stato solo un ospite, più o meno gradito, dello spogliatoio del Santiago Bernabeu.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy