Kroenke, l’Arsenal diventa una “esclusiva”?

Secondo le voci provenienti dall’Inghilterra, il magnate statunitense sarebbe pronto a rilevare le quote di Usmanov e avere così il pieno controllo dei gunners…

di Redazione Il Posticipo

Arsenal presto proprietà esclusiva di Kroenke? Secondo quanto riporta Bloomberg, l’imprenditore statunitense, che è già proprietario del pacchetto di maggioranza delle azioni dei gunners, avrebbe avanzato un’offerta per il controllo di tutte le quote societarie. Comprese, dunque, anche quelle di proprietà dell’imprenditore russo Alisher Usmanov.  Bloomberg ha fatto anche i conti. Kroenke possiede il 67% delle quote del club mentre Usmanov ne detiene il 30%. Il resto delle quote sarebbe sparso tra altri piccoli azionisti. L’operazione è molto importante: il valore attuale dell’Arsenal sarebbe stimabile sui 2 miliardi di euro.

POLEMICHE – Come rilevato da Bloomberg, Usmanov nonostante la sua quota, sarebbe stato escluso dal processo di sviluppo della strategia dell’Arsenal, senza un posto nel consiglio di amministrazione. L’anno scorso, specifica il quotidiano, avrebbe anche criticato la gestione Kroenke a causa della stagione deludente, additando il maggior azionista come responsabile per le prestazioni della squadra. Il probabile addio del russo, fra l’altro, aprirebbe un’ipotesi sostenuta dal quotidiano, ovvero la possibilità di un suo approdo all’Everton. Del resto, come rimarca Bloomberg, il russo è già partner commerciale della squadra di Liverpool.

AMBIENTE – E Kroenke? Procede? Lo statunitense si appresterebbe a chiudere la sua scalata al club in un momento particolarmente delicato: la fiducia dei sostenitori dell’Arsenal, secondo quanto si apprende dal Mirror, è molto bassa e i tifosi non vedono di buon occhio né l’acquisto delle azioni di Usmanov. Situazione molto calda. A raffreddarla, potrebbero contribuire i risultati…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy