Koulibaly, per ora niente ricorso: l’avvocato Grassani: “Siamo a Ground zero”

La società azzurra non ricorre. Il legale non ha ancora ricevuto comunicazioni su un eventuale ricorso.

di Redazione Il Posticipo

Napoli, per ora niente ricorso. La squalifica a Koulibaly ha innervosito parecchio la piazza. Sui social e sulle onde radio della città campana monta la protesta. La società azzurra, per ora, si è limitata a prende atto della squalifica del difensore centrale. Secondo quanto riportato dal comunicato, Koulibaly avrebbe gravemente ingiuriato l’arbitro assumendo un atteggiamento irriguardoso reiterando il comportamento mentre usciva dal terreno di gioco dopo la conseguenziale espulsione. Quanto basta per far scattare due giornate di squalifica. E il legale del Napoli, Mattia Grassani, intervenuto su Radio Marte nel corso della trasmissione “si gonfia la rete”, specifica di non essere stato ancora interpellato al riguardo.

RICORSO – Sinora il Napoli, al netto della sanzione, non sembra intenzionato a fare ricorso. Il legale attende che prima si faccia chiarezza su quanto sia accaduto nei concitati minuti finali di Napoli-Cagliari. “Attualmente non è partito nessun percorso in quanto la decisione è fresca e per entrare nel vivo bisognerebbe leggere questa frase reiterata pronunciata da Koulibaly. Il Napoli non mi ha ancora contattato, credo stia facendo le adeguate considerazioni per poi passare la palla all’ambito legale. Per questa situazione, ad ora, siamo al ground zero”.

SQUALIFICA – L’avvocato del Napoli ha anche specificato quale possano essere le possibilità di una riduzione della squalifica. “Per ora ci troviamo nella terra di nessuno. Il rapporto dell’arbitro, evidentemente, non è lieve. Per organizzare una difesa bisogna innanzitutto confrontarsi col calciatore e ascoltare la sua versione. Se il Napoli mi chiamerà valuteremo il da farsi per un eventuale ricorso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy