Kompany, quanto astio: “Spezzare il cuore al Liverpool all’ultima giornata è stato bellissimo”

Kompany, quanto astio: “Spezzare il cuore al Liverpool all’ultima giornata è stato bellissimo”

L’ex capitano dei Citizens ha parlato alla vigilia della sfida di Anfield… spiegando quanto sia radicata e profonda la rivalità con i reds.

di Redazione Il Posticipo

Il Manchester City affronterà il Liverpool in Premier League per la prima volta senza il capitano Vincent Kompany: il difensore ha lasciato la squadra di Pep Guardiola alla fine della scorsa stagione dopo aver alzato il trofeo al cielo di Brighton per tornare in Belgio.

PRODEZZA – Kompany, però ha lasciato tanti ricordi: e anche a Liverpool se lo ricordano bene: decisivo nella cavalcata del City edizione 2018/2019, realizzando un gol strepitoso da fuori area in una sfida bloccata sullo 0-0 contro il Leicester alla penultima giornata. La sua rete è decisiva per mantenere il punto di vantaggio decisivo per la vittoria del campionato. Il titolo è stato assegnato negli ultimi novanta minuti: il Liverpool ha vinto in casa (2-0 al Wolverhampton), il City lo ha fatto lontano dall’Etihad (4-1 al Brighton in rimonta).

FRECCIATA – Qualche mese dopo Kompany ha confessato che vincere così è stato  bellissimo.  Le emozioni dell’ex difensore sono raccolte in un libro che ancora deve vedere la luce. Il Sun ha però raccolto le parole dell’ex capitano del City: “Un mio amico quel giorno era a Liverpool per la partita contro il Wolverhampton. Dopo aver vinto e festeggiato, gli ho telefonato per chiedergli come avevano reagito al vantaggio del Brighton. Mi ha detto che ad Anfield era partita una grande festa e che alcuni tifosi dei Reds erano scoppiati a piangere convinti di avercela fatta. In quel momento mi sono reso conto che era valsa la pena di rovinare la loro giornata e spezzargli il cuore”.

CAMBIO DI SCENARIO – Un tempo il nemico numero del City era lo United, oggi è il Liverpool. Kompany ha raccontato come è nato il nuovo antagonismo del calcio inglese: “Nel 2012 molti tifosi dei Reds ci avevano detto di battere lo United per il titolo perché non volevano che i Red Devils di Sir Alex Ferguson vincessero il ventesimo titolo della loro storia. Col passare del tempo le cose sono cambiate. Siamo passati alla situazione opposta e un po’ surreale. Il nostro rivale di oggi è il Liverpool”. il nostro rivale. Kompany parla ancora da capitano…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy