Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Koeman, vincente e…in bilico: l’olandese rischia comunque la panchina

(Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

Il trionfo in Copa del Rey non regala comunque all'olandese la certezza di essere l'allenatore dei blaugrana anche nella prossima stagione. L'ombra di Xavi è sempre presente e Laporta non si è mai espresso chiaramente su una conferma dell'olandese.

Redazione Il Posticipo

Il Barcellona vince la Copa del Rey ed evita così la seconda stagione consecutiva senza portare a casa neanche un trofeo. Certo, ad arrivare al Camp Nou è quello meno prestigioso dei tre per cui i blaugrana devono lottare ogni anno, ma vista la situazione meglio di niente. La Champions League è stata salutata agli ottavi di finale contro il Paris Saint-Germain e la Liga è una questione complicata, visto che i catalani attualmente sono terzi con davanti sia l'Atletico che il Real Madrid. Quella di Siviglia, però, dovrebbe essere finalmente una serata felice per Ronald Koeman, che mette per la prima volta il suo nome nel palmares del club che già ha servito da calciatore.

FUTURO - Eppure Rambo sembra non potersi godere neanche questa notte di gioia, dopo una vittoria netta (0-4) contro un Athletic Bilbao che negli ultimi anni era diventato la bestia nera del Barcellona. Il trionfo in Copa del Rey, infatti, non regala comunque all'olandese la certezza di essere l'allenatore dei blaugrana anche nella prossima stagione. A sottolinearlo è AS, che vista la vicinanza al Real Madrid forse si diverte soltanto a rompere le uova nel paniere ai catalani, ma che comunque segnala un qualcosa che è innegabile: Laporta, rieletto presidente dopo molti anni, non ha ancora dato certezze riguardo il tecnico. Se per la permanenza di Messi il numero uno del Camp Nou si è espresso eccome, non vale lo stesso per quanto riguarda il futuro di Koeman.

 BARCELONA, SPAIN - DECEMBER 08: Head coach Ronald Koeman of FC Barcelona reacts during the UEFA Champions League Group G stage match between FC Barcelona and Juventus at Camp Nou on December 08, 2020 in Barcelona, Spain. Sporting stadiums around Spain remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by David Ramos/Getty Images)

BEFFA - Il quale, in fondo, è stato una delle ultime scelte di Bartomeu prima che gli scandali e lo scontro frontale con Messi lo portassero alle dimissioni. E per quanto l'olandese abbia un contratto biennale, non è poi detto che il nuovo presidente non decida comunque di metterlo alla porta a fine stagione, soprattutto se la Liga dovesse terminare a Madrid. L'ombra di Xavi è sempre presente e nessuno sembra aver fatto nulla per allontanarla. Sarebbe una beffa clamorosa per Koeman, che pur di sedersi sulla panchina del Barça ha rinunciato agli Europei con l'Olanda e in caso di esonero si troverebbe a vedere la manifestazione continentale da casa e senza lavoro. Per evitarlo, non resta che un finale memorabile in campionato. In quel caso, Laporta sarebbe praticamente costretto a confermarlo. Anche se la storia del Barça, visto il caso di Valverde, non offre certezze neanche in casi del genere...