Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Koeman sbotta: “Se non posso criticare, cambiate allenatore. Firpo? Non posso lasciare andare via tutti i giocatori”

BARCELONA, SPAIN - DECEMBER 08: Head coach Ronald Koeman of FC Barcelona reacts during the UEFA Champions League Group G stage match between FC Barcelona and Juventus at Camp Nou on December 08, 2020 in Barcelona, Spain. Sporting stadiums around Spain remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by David Ramos/Getty Images)

L'olandese a nervi scoperti in conferenza stampa.

Redazione Il Posticipo

Il Barcellona dopo aver perso la Supercoppa e rischiato moltissimo in Coppa del Re torna a concentrarsi sul campionato. Non è (mai) un momento semplice per Koeman che deve fare i conti anche con le critiche piovutegli addosso per aver contestato i suoi calciatori. In conferenza stampa, prima della sfida in casa dell Elche, il tecnico olandese non le manda a dire. Le sue parole sono riprese da AS.

FATICA - Una squadra che potrebbe pagare dazio alla stanchezza dopo tre tempi supplementari. "Non ci sono avversari facili, il calendario è carico di impegni. Ci attendono sette partite lontano da casa. Accumuleremo ulteriore stanchezza viaggiando spesso e rientrando sempre molto tardi. Sarà importante ruotare gli uomini e gestire le forze a disposizione. Non sono preoccupato della flessione di rendimento di alcuni calciatori, ma forse servirebbe avere maggiore concorrenza nei ruoli. Non è carino che mi si chieda di Suarez,  la decisione è stata presa. D'accordo, ha segnato ancora, su calcio di rigore, ma occorre valutare se ci fossero gli estremi per concederlo. Posso dire che è un grande calciatore a cui auguro ogni bene".

CRITICHE - All'ambiente non sono piaciute le critiche. La sensazione è che uno spogliatoio particolarmente "sensibile" come quello del Barcellona possa essere scosso. Koeman non lascia spazio a fraintendimenti. "Non sono abituato a mentire. Dico sempre tutto con sincerità. Chi gioca per il Barcellona deve essere abituato a forti pressioni. E comunque tutte le mie osservazioni sono improntate sul massimo rispetto. Se la squadra, però, gioca una partita come quella di  Cornellà, devo criticare. Altrimenti è meglio avere qui un altro allenatore".

MERCATO - Spazio anche per il mercato, che interessa da vicino anche il Milan. Koeman socchiude la porta a un possibile addio di Firpo. "Ha avuto del minutaggio ma è giovane. Di certo non possiamo lasciare andare via tutti i calciatori specialmente perché siamo attesti da diversi impegni. La mia posizione è nota: ci manca qualcosa, ma la situazione economica del club influenza la situazione. Se non arriva nessuno, accetto e continuiamo lo stesso, ma se vogliamo di più dovremmo andare sul mercato".