Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Koeman: “Messi? Le persone cambiano squadra, altre hanno aiutato il club. Senza Leo Griezmann ha più libertà”

(Photo by David Ramos/Getty Images)

Barcellona - Real Sociedad ha un sapore molto particolare. Sarà la prima sfida del nuovo corso senza Leo Messi. Koeman, in conferenza stampa, chiarisce obiettivi e situazione del club. E alcune dichiarazioni appaiono molto significative.

Redazione Il Posticipo

Barcellona - Real Sociedad ha un sapore molto particolare. Sarà la prima sfida del nuovo corso senza Leo Messi. Koeman, in conferenza stampa, chiarisce obiettivi e situazione del club. E alcune dichiarazioni appaiono molto significative. Le sue parole sono riprese dal Mundo Deportivo. 

MESSI - Pronti, via, si parla subito di Messi. Non è facile gestire una situazione del genere. "Penso che si sia detto molto su Leo Messi ed è normale perché stiamo parlando del miglior giocatore del mondo. Non lo avremo più, ma ci sono altri giocatori e una rosa fortissima. Sono convinto che la gente apprezzerà questa squadra. Non dobbiamo vivere del passato. Le persone possono anche cambiare squadra. Messi è il passato e non dobbiamo vivere del passato. Va sottolineato l'atteggiamento di Piqué, Roberto, Busquets o Alba, che hanno voluto aiutare il club a migliorare la situazione economica".

MERCATO - Koeman ritiene comunque il Barcellona competitivo anche senza Messi: "Abbiamo giocato un intero precampionato senza di lui. Ed è andata bene. Al momento non abbiamo a disposizione Ansu, Dembélé, Agüero, Coutinho. Mi aspetto molto da Memphis. In nazionale è stato  fantastico, abbinando velocità, ricerca della profondità ed efficacia. Gli chiederò lo stesso anche qui. E ribadisco quanto mi piaccia anche Griezmann perché è un giocatore di squadra. Sa muoversi senza palla, ha spirito di sacrificio. L'addio di Leo, gli darà più libertà. Può essere un vantaggio".

PROSPETTIVE - Restano da stabilire gli obiettivi. Focus sulla Liga.  "Noi dobbiamo pensare sempre di più al campionato, dove possiamo dire la nostra. Siamo una squadra forte, possiamo ambire al massimo. La Champions è un'altra cosa, pensiamo a qualificarci per la fase a eliminazione diretta e cercheremo di giocarcela sino in fondo. Vi sono diverse squadre che sono riuscite a vincerla senza avere i migliori giocatori, ma con la forza della squadra. Sono assolutamente entusiasta di iniziare e di poter giocare davanti 20 o 22mila tifosi. Conosciamo la qualità della Real Sociedad e ogni partita contro di loro è stata interessante, ma non ci sono scuse. Dobbiamo partire con il piede giusto in campionato. Servirà per acquisire fiducia e consapevolezza".