Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Klopp: “Tifosi preoccupati? Dovrebbero essere entusiasti di questa rosa”

Klopp: “Tifosi preoccupati? Dovrebbero essere entusiasti di questa rosa” - immagine 1
Il tecnico invita all'ottimismo in vista della prossima stagione che attende il Liverpool.

Redazione Il Posticipo

Il Liverpool è in Thailandia in vista della prossima Premier. Primi giorni di lavoro con la squadra per Jurgen Klopp che invita all'ottimismo in vista della prossima stagione che attende il Liverpool. Stagione agrodolce, quella lasciatasi alle spalle dai reds, che hanno solo sfiorato la vittoria in Premier e in Champions. Il tecnico ha parlato ai microfoni di Skysports.

NO PROBLEM

I tifosi sono un po' preoccupati. L'addio di Mane si è fatto sentire e il mercato è di fatto già chiuso. Klopp rasserena l'ambiente. "Non è il caso di disperarsi per l'addio di Mane. Sappiamo quanto sia bravo ma due anni fa è arrivato Diogo Jota e si è già messo in mostra con delle giocate straordinarie. Bobby Firmino probabilmente non ha avuto la stagione che tutti ci aspettavamo a causa degli infortuni, ma in allenamento è tornato al 100%. E stiamo parlando di due fuoriclasse. Non credo ci si debba preoccupare. Anzi, i tifosi devono essere entusiasti per le possibilità che ha questa squadra".

PROSPETTIVE

Klopp ha abituato bene i tifosi del Liverpool. Ed è convinto che si possa continuare a vincere. "Abbiamo una base straordinaria, so che la gente pensa che avremmo dovuto ingaggiare un centrocampista, in realtà lo abbiamo fatto, perché Harvey Elliott è stato il nostro miglior giocatore nelle prime quattro partite della scorsa stagione e poi si è infortunato gravemente. Abbiamo portato Fabio Carvalho, Tyler Morton sta crescendo moltissimo. Sono sereno. Abbiamo tutto ciò che serve. Dobbiamo solo assicurarci di essere pronti a lottare con tutto quello che abbiamo e se lo faremo allora potremmo avere successo".

Klopp: “Tifosi preoccupati? Dovrebbero essere entusiasti di questa rosa”- immagine 2

RICAMBIO

Il tecnico non è preoccupato neanche dai cambi in seno alla dirigenza. "Non sono neanche preoccupato dall'addio del direttore sportivo Edwars perché è stato sostituito da Ward, è stato un passaggio di consegne naturale che non avrà ripercussioni né sulla squadra né sul mercato. L'elemento più importante è rappresentato dalla continuità. E noi, dalla proprietà, dal manager, dal direttore sportivo a tutti i comparti, partiamo da una base solida e davvero importante".