Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Klopp supera Benitez ma pensa ad altro. “Risultato ottimo per la differenza reti…”

(Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

Il tecnico del Liverpool ha ottenuto più vittorie del suo illustre collega sulla panchina dei reds, ma si concentra sula differenza reti. Ne aveva presi sette con il Villa...

Redazione Il Posticipo

Il calcio dà, il calcio toglie. Il Liverpool aveva perso 2-7 con l'Aston Villa ma riesce a rifarsi da quella pesante sconfitta qualche mese dopo. E Klopp firma una vittoria da record. Il 7-0 rifilato a domicilio al Palace, lo iscrive di diritto nella storia dei reds. Con questa vittoria, infatti, il tecnico tedesco ha toccato quota 127 vittorie in Premier, una in più di Rafael Benitez. Ed è dunque l'allenatore più vincente della storia del Liverpool. Una grande soddisfazione, anche perché la sua squadra ha ritrovato il cinismo negli ultimi sedici metri. Il punteggio infatti è figlio di una precisione più da cecchini che da calciatori. Il Liverpool, statistiche alla mano, ha effettuato 14 tiri totali di cui 8 nello specchio della porta: e sette si sono trasformati in rete. Klopp, al termine del match, ha parlato alla BT Sports e le sue parole sono state riprese dalla BBC.

PERFETTI - Una partita perfetta che stupisce Klopp sino a un certo punto. "Sono contento perché abbiamo risistemato la differenza reti dopo il risultato maturato con l'Aston Villa(2-7). Non sono molto sorpreso. I ragazzi sono capaci di prestazioni del genere, anche se non accade ovviamente tutte le settimane. Oggi è scattato un clic. Una partita del genere in un periodo così intenso deve rendere i ragazzi orgogliosi. Adesso ci prendiamo un giorno di riposo, poi penseremo alla sfida contro il WBA".

 (Photo by Nathan Stirk/Getty Images)

BUON NATALE -  Non è stata comunque una partita semplice. Complice qualche rischio corso in contropiede e il muso lungo di Mane dopo la sostituzione. "Oggi abbiamo giocato bene e la squadra ha lavorato molto duramente. Nel promo tempo abbiamo subito molte ripartenze ma siamo stati chirurgici nel difenderci e ripartire. Apprezzo molto che non abbiamo considerato finita la partita sul 3-0 e abbiamo segnato altri gol meravigliosi. La reazione di Mane non mi preoccupa. Forse non è rimasto soddisfatto avrebbe voluto giocare qualche minuto in più e magari provare a segnare. Ma non posso accontentare tutti. Capisco che però sono esseri umani, tuttavia ha reagito bene ed alla fine era contento. Adesso passeremo sicuramente un bel Natale, ma la stagione non è affatto finita. Mancano poche partite sino alla fine dell'anno ma ci faremo trovare pronti".