Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Klopp spiega ai tifosi il mancato rinnovo: “Non riesco a immaginare di lasciare il Liverpool, ma…”

(Photo by Michael Regan/Getty Images)

Il manager tedesco ha ancora 3 anni di contratto col club inglese. Il Liverpool vorrebbe che prolungasse, ma Klopp al momento non è intenzionato a legarsi alla squadra campine d'Europa in carica per altri anni ancora. I tifosi capiranno le sue...

Redazione Il Posticipo

Jürgen Klopp è un uomo che lavora per passione e lo sta dimostrando anche in questa situazione. A maggio il presidente Tom Werner ha dichiarato che il manager "può restare quanto vuole" al Liverpool: il tedesco ha ancora 3 anni a disposizione sul contratto di 6 firmato nel giugno 2016. Ma come riporta il Daily Mail, il Fenway Sports Group proprietario del club vorrebbe migliorare il suo ingaggio da quasi 8 milioni di euro l'anno dopo la vittoria della Champions League.

PARLA KLOPP - Il manager tedesco ha affrontato l'argomento per la prima volta alla Notre Dame University, dove la sua squadra affronterà il Borussia Dortmund in un'amichevole venerdì sera: "Non riesco a immaginare il giorno in cui non sarò più manager del Liverpool, ma non è importante. Non voglio mai trovarmi in una situazione in cui le persone sono infastidite dal fatto che io sia ancora qui. È la verità. Nel calcio capita questa sensazione perché devi sempre essere in una situazione win-win. Adesso tutto va al 100%, vedremo per quanto tempo sarà così".

PROPOSITI - Il manager tedesco ha fatto chiarezza sulle sue scelte per il futuro: "Ho tre anni di contratto, va tutto alla grande. Adoro questa squadra. Il gruppo è buono, ho l'età giusta per fare quello che devo fare. Ai proprietari piace quello che faccio, a me piace quello che stanno facendo loro. Non me ne andrò prima che il contratto finisca. Abbiamo tempo per prendere una scelta, non c'è bisogno di farlo ora". Klopp ha le idee chiarissime in vista della prossima annata, che parte ufficialmente il 4 agosto con l'impegno contro il Manchester City in Community Shield a Wembley: "Sarebbe bello essere di nuovo vicini a loro, solo così potremo superarli. Sono di nuovo i favoriti, noi li inseguiamo. Non penso che avrebbero fatto 98 punti se non avessimo fatto pressioni su di loro". Il manager è già carico in vista della nuova stagione, quella in cui sogna il sorpasso a Pep Guardiola. Per pensare al futuro c'è tempo.